La solidarietà diventa itinerante con “L’ape boutique solidale Re-Use on the road”, un’Ape car Piaggio allestita come un negozio che gira per le strade di Bologna, offrendo un momento di svago attraverso lo shopping, anche a chi non può permettersi di fare acquisti perché vive una situazione economica difficile. Il progetto, ideato dall’associazione Re-Use With Love FLA, ha fatto parte di “C10 – Insieme a Coca-Cola per 10 città italiane”, l’operazione promossa da Coca-Cola Italia - con il supporto dei partner tecnici DeRev e Fondazione EYU - per finanziare attraverso il crowdfunding dieci progetti di inclusione sociale in altrettante città italiane, tra cui Bologna.

“L’ape boutique solidale Re-Use on the road” rappresenta una succursale mobile della Boutique Solidale di Via Savenella 13, sempre nella città delle due torri: un negozio, con tanto di commesse e personale addetto, in cui le persone in difficoltà economica, segnalate dai servizi sociali, possono prendere gratuitamente vestiti e accessori per sé e per i propri familiari.

“Grazie alla campagna di crowdfunding - spiega Lisa Zini, portavoce del progetto Re-Use on the road - abbiamo allestito l’ape e ora la stiamo presentando agli eventi ai quali partecipiamo, come per esempio la manifestazione Giardini e Terrazzi che si è svolta dall’8 al 10 settembre, e la stiamo usando per le nostre attività quotidiane, in particolare per l’approvvigionamento di indumenti presso i donatori che non hanno la possibilità di consegnare gli abiti direttamente alla nostra struttura. Nel frattempo stiamo lavorando per rendere la nostra ape boutique solidale un appuntamento fisso mensile per le piazze periferiche della città e dei paesi limitrofi, preparando un calendario di attività con i servizi sociali”.

La storia di Re-Use With Love FLA comincia all’insegna del riciclo e del riuso. “Abbiamo iniziato scambiandoci i vestiti dei nostri figli, poi abbiamo organizzato i primi mercatini di raccolta fondi, ma avevamo molte rimanenze, così è nata l’idea della boutique. Abbiamo ottenuto i locali di via Savanella dal Comune e gli arredi da sostenitori proprietari di negozi. Ora abbiamo moltissimi donatori tra privati, aziende e attività commerciali. Nel frattempo abbiamo creato anche una nostra linea realizzata con ritagli e avanzi di tessuti. Organizziamo due grandi mercati, uno in estate e uno in inverno per raccogliere fondi soprattutto per gli ospedali e la ricerca scientifica. Quello che ci contraddistingue è la cura, che si traduce nei nostri allestimenti sempre diversi e studiati e che esemplifica la volontà di uscire dalla classica logica assistenziale e salvaguardare la dignità delle persone. I nostri utenti ci seguono, ci aiutano nelle varie attività e ci riportano indietro le cose dopo averle usate, dimostrando così di avere capito il senso del nostro lavoro” conclude Zini.