Eunice Kennedy Shriver (1921-2009) era sorella del presidente americano John F. Kennedy e dei senatori Robert F. Kennedy e Ted Kennedy. In famiglia c’era un’altra sorella, che non divenne mai famosa: Rosemary Kennedy, con disabilità intellettiva.

Le due ragazze crebbero praticando insieme vari sport ed Eunice iniziò a comprendere che l’atletica poteva cambiare la realtà di quel 3 per cento della popolazione mondiale che ha una disabilità intellettiva. Grazie alla sua visione e al suo impegno, nacquero gli Special Olympic Games, che si disputarono per la prima volta nel 1968. Suo figlio Timothy Shriver porta avanti questa sua missione in qualità di presidente del movimento Special Olympics di cui fanno parte circa cinque milioni di atleti di 170 paesi e che praticano più di 32 discipline sportive olimpiche.

Dal 1968 The Coca-Cola Company è socio fondatore e sponsor globale di Special Olympics, la più grande organizzazione assistenziale e sportiva al mondo dedita a promuovere la comprensione e l’accoglienza tra persone con e senza disabilità intellettive. Da quasi 50 anni The Coca-Cola Company si è mantenuta in stretto contatto con l’organizzazione, sostenendone i programmi con contributi finanziari di vario tipo, volontari e iniziative miranti ad accrescere una presa di coscienza.

GEPA-12011644076

Eunice Kennedy credeva che se a queste persone così speciali si fossero offerte le stesse opportunità ed esperienze di chiunque altro avrebbero ottenuto risultati di gran lunga superiori a quelli ritenuti possibili. E aveva ragione al cento per cento. Nella cerimonia di apertura degli Special Olympic Games del 1987 in Indiana, si rivolse agli atleti dicendo: “Voi siete le stelle e il mondo vi guarda. Con la vostra presenza voi inviate un messaggio a ogni paesino, ogni città, ogni nazione. Il vostro è un messaggio di speranza. Un messaggio di vittoria. Il diritto di giocare su qualsiasi campo? Ve lo meritate. Il diritto di studiare in una scuola qualsiasi? Ve lo meritate. Il diritto di avere un posto di lavoro? Ve lo meritate. Il diritto di chiunque altro? Ve lo meritate”.

Questa settimana agli Special Olympic World Winter Games 2017 l’Austria darà il benvenuto a 2700 atleti e 1100 allenatori provenienti da 107 Paesi insieme a 3000 volontari e 5000 familiari. The Coca-Cola Company celebrerà questa meravigliosa partnership con una nuova canzone: si intitola “Can you feel it” ed è eseguita dalla cantante austriaca Rose May Alaba accompagnata da musicisti con disabilità intellettive facenti parte dell’associazione Jugend am Werk (Giovani al Lavoro) che suoneranno l’arpa veeh, uno strumento a corde da pizzicare che non esige la capacità di leggere uno spartito musicale. È una canzone che unisce e conferisce potere e ispirazione a migliaia di persone che convivono con disabilità intellettive. Ambisce a motivare gli atleti e i loro fan, a celebrare lo spirito di squadra, il potere positivo dello sport, la gioia e il coraggio. The Coca-Cola Company promuove l’inclusione, la diversità e l’uguaglianza, e intende mandare un messaggio positivo alle migliaia di atleti partecipanti ai Giochi e così pure ai 200 milioni di persone con disabilità intellettive di tutto il mondo e alle loro famiglie.

 

Per maggiori informazioni sulle disabilità intellettiva, visitate: http://www.specialolympics.org/Sections/Who_We_Are/What_Is_Intellectual_Disability.aspx