Mi chiamo Salvatore Aranzulla, ho 27 anni e sono il fondatore e proprietario di Aranzulla.it (https://www.aranzulla.it). La mia storia di divulgatore informatico ed imprenditore digitale nasce per caso in un minuscolo paese della Sicilia, Mirabella Imbaccari, in provincia di Catania.

In una calda estate del 2000, all’età di 10 anni, i miei genitori dovevano acquistare un climatizzatore. Entrati in un negozio di elettrodomestici, abbracciai quello che sarebbe diventato da lì a poco il mio primo computer e iniziai a chiederlo con molta insistenza ai miei genitori, costringendoli a comprarmelo per evitare una brutta figura in negozio.

Ogni giorno andavo a scuola, tornavo a casa e, da autodidatta, cercavo di usare al meglio il mio computer. Soprattutto, cercavo di risolvere i problemi che di volta in volta comparivano sullo schermo del mio PC. Nel giro di qualche anno, anche i miei amici iniziarono ad avere il loro primo computer e molto spesso mi chiedevano di aiutarli: quasi sempre venivano a casa mia, mi “sequestravano” e mi portavano a casa loro.

Di lì a poco mi resi conto che in più persone mi ponevano le stesse domande. Da qui l’idea di raccogliere le risposte all’interno di documenti da stampare e distribuire all’occasione. Quando ebbi accesso ad Internet, all’età di 12 anni, iniziai a pubblicare le stesse risposte all’interno di uno spazio web: quello che sarebbe diventato l’attuale https://www.aranzulla.it.

Quasi quotidianamente aggiornavo il mio spazio web con le risposte alle domande che i miei amici e che i miei lettori mi ponevano via e-mail.

Nel 2009, decisi di inserire un codice per registrare le visite: circa 300.000 persone al mese consultavano Aranzulla.it per risolvere i loro problemi. Decisi di inserire dei banner pubblicitari in pagina e iniziai a monetizzare la mia passione per l’informatica.

Il primo mese guadagnai il doppio dello stipendio di mio padre!

Con i primi ricavi, mi spostai a vivere a Milano per studiare Economia aziendale all’università. Riuscii fin da subito a mantenermi agli studi da solo, occupandomi delle mie spese e della retta dell’università privata che frequentavo, cosa che difficilmente i miei genitori avrebbero potuto fare per me, visto che la mia è una famiglia di 6 persone. Nel frattempo continuavo a far crescere il mio sito Internet.

L’obiettivo era ed è ancora oggi quello di fornire una risposta immediata ai problemi che gli Italiani hanno con la tecnologia: io e miei collaboratori individuiamo un problema e ne forniamo la soluzione in maniera chiara e rapida. Chiunque sappia accendere un computer può seguire un nostro “tutorial”.

Oggi Aranzulla.it è uno dei 30 siti più visitati in Italia: ogni giorno, 500.000 italiani consultano Aranzulla.it per trovare una soluzione ai loro problemi tecnologici, leggendo una delle mie 7.000 guide passo dopo passo.

Per fare l’imprenditore, possono bastare un computer e una connessione ad Internet, ma soprattutto ci vogliono passione e costanza, voglia di aggiornarsi e di investire tutto in un progetto in cui si crede. In particolare, se si vuole emergere in Rete, è necessario essere rapidi per entrare in un mercato e cercare di innovarlo.

Una delle prime idee che ho adottato su Aranzulla.it (https://www.aranzulla.it) è stata quella di sviluppare un sistema con cui individuare i problemi che gli italiani hanno con la tecnologia: ogni mese questa tecnologia analizza più di 15 milioni di ricerche ed individua tutti i problemi tecnologici a cui io e miei collaboratori non abbiamo dato risposta su Aranzulla.it.

In altre parole, il successo del mio sito Web è legato alla capacità di rispondere ad una esigenza di mercato chiara: “Ho un problema con la tecnologia, non so come risolverlo, consulto una guida di Aranzulla.it”.

Aranzulla.it è stato il primo sito Internet in Italia ad intercettare tale esigenza e a coprirla nel corso di 15 anni di pubblicazioni: sarebbe davvero difficile creare un clone di Aranzulla.it oggi.

Questo però non significa che non ci siano spazi in cui entrare in altri ambiti editoriali. Quello che bisogna cercare è individuare un ambito emergente e individuare una modalità di monetizzazione efficace. Una buona idea senza una qualche forma di sostenibilità economica ha il futuro segnato.

Nel caso di Aranzulla.it, le modalità di monetizzazione sono legate alla pubblicità, ovvero alla vendita di spazi pubblicitari.

Per concludere, Internet mi ha dato l’opportunità di crearmi un lavoro e di cambiare completamente la mia vita. Spero che le opportunità fornite dalla Rete possano essere colte da tanti giovani che sono ancora in cerca di una occupazione e che la mia storia personale sia d’ispirazione per tutti.

Salvatore Aranzulla è il più conosciuto divulgatore informatico italiano ed è il fondatore di Aranzulla.it

Leader di mercato nel segmento Computer News, Aranzulla.it è uno dei 30 siti più visitati in Italia: ogni giorno, 500.000 persone visitano Aranzulla.it per trovare una soluzione ai loro problemi tecnologici, leggendo una delle sue 7.000 guide passo dopo passo.