Undici milioni di studenti e famiglie raggiunti, 25mila studenti ospitati negli stabilimenti produttivi, 7.750 kit didattici distribuiti.

Sono i numeri delle quattro edizioni di Fabbriche Aperte, il progetto educativo di Fondazione Coca-Cola HBC Italia, che dal 2013 informa e coinvolge i giovani sulle tematiche di sostenibilità ambientale, attraverso incontri laboratoriali nelle scuole e visite aziendali.

Il progetto Fabbriche Aperte comprende infatti molteplici attività: oltre alle visite agli impianti di Coca-Cola HBC Italia di Nogara (VR), Oricola (AQ), Marcianise (CE) e Rionero in Vulture (PZ), vengono organizzati laboratori di edutainment, distribuiti materiali didattici alle scuole aderenti ed elaborate prove educative da sottoporre ai ragazzi.

Tutela dell’acqua e riciclo dei rifiuti (per i ragazzi delle scuole medie e del biennio delle superiori) e, per la prima volta, conoscenza del mondo del lavoro (per gli studenti del triennio della scuola secondaria di secondo grado) sono i temi della quinta edizione di Fabbriche Aperte.

Il progetto "Acqua e Riciclo a regola d’arte" ha l’obiettivo di fornire agli studenti stimoli, esempi e strategie per attivarsi responsabilmente nel loro contesto sociale sui temi della tutela dell’acqua e del riciclo dei rifiuti. Quest'anno, in particolare, il progetto mette l’accento sull’importanza dell’uso corretto e sostenibile dell’acqua, l’elemento più importante per la vita sulla Terra, e sostiene, insieme a CONAI – Consorzio Nazionale Imballaggi-  il riciclo dei sei materiali usati per realizzare gli imballaggi: acciaio, alluminio, carta, legno, plastica e vetro.

La prova educativa invita le classi a produrre, con materiali di riciclo, un’installazione artistica a propria scelta che ispiri la tutela della risorsa idrica, rifacendosi o meno a un artista e usando tutti o solo alcuni dei materiali trattati nel kit.

"A Scuola di Futuro" vuole offrire agli studenti del triennio delle scuole superiori l’occasione di conoscere il mondo del lavoro e le strategie per entrarvi con successo, grazie all’esperienza di un’azienda come Coca-Cola HBC Italia e ai contenuti del progetto Youth Empowered. Una forma di orientamento prevista dall’alternanza Scuola Lavoro come componente essenziale del percorso formativo, non solo in vista della ricerca di un’occupazione al termine del percorso di studio, ma lungo tutto il corso della vita.

La prova educativa prevede la presentazione di un’attività dell’Alternanza Scuola Lavoro, attraverso il racconto di un’esperienza reale in un’azienda vera o l’invenzione di un’esperienza fittizia in un’azienda inventata. In entrambi i casi, gli studenti possono scegliere la modalità di comunicazione a loro più congeniale: un video, una presentazione in power point, uno storytelling multimediale, ma anche una relazione cartacea.

Partito a febbraio, il progetto “Fabbriche Aperte” proseguirà fino a novembre 2017 raggiungendo circa 3 milioni di italiani. Per informazioni: http://it.coca-colahellenic.com/it/le-nostre-attivit%C3%A0/fabbriche-aperte/il-progetto-fabbriche-aperte/