Con le nuove 100 auto elettriche messe a disposizione dei suoi Sales Executive, l’imbottigliatore di Coca-Cola si fa promotore di un progetto innovativo che consentirà di ridurre di 330 tonnellate l’anno le emissioni di CO2 nell’ambiente.

Immaginate un bosco di 25.000 alberi, grande come 31 campi da calcio, in grado di assorbire in un anno circa 330 tonnellate di anidride carbonica. Ecco il primo risultato dell’operazione “Green Mobility Project” promossa in Sicilia da Sibeg: sostituendo le 100 auto endotermiche in dotazione alla propria forza vendita con  100 auto full electric Citroën C-Zero, la società che produce e distribuisce i prodotti di The Coca-Cola Company su tutto il territorio siciliano.

Il secondo effetto sarà far volare la Sicilia al quinto posto tra le regioni italiane per numero di colonnine di ricarica destinate alle auto elettriche: grazie a una partnership con Enel Energia, Sibeg provvederà infatti a installare in tutta la regione 57 colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici (di cui 7 per la ricarica rapida), collocate principalmente nelle aree di sosta dei punti vendita della grande distribuzione e a disposizione dei cittadini.

Luca Busi

«I principali progetti europei di mobilità alternativa – racconta Luca Busi, dal 2001 alla guida dell’azienda che appartiene alla sua famiglia da tre generazioni – partono dallo studio e dalla mappatura della rete dei punti di ricarica delle auto elettriche, che attualmente in Italia, tra pubblico e privato, sono 651, di cui soltanto 9 in Sicilia. Nel nostro caso, è stato esattamente il contrario: non solo ci siamo convertiti all’elettrico, ma abbiamo anche voluto dotare la nostra regione di un’infrastruttura che mancava, installando a nostre spese 57 colonnine per la ricarica». 

La prima fase dell’operazione, con la sostituzione dei veicoli e l’installazione delle colonnine, si concluderà entro il mese di luglio: in tutto il progetto prevede un investimento di 2,4 milioni di euro per il primo triennio, interamente sostenuto da Sibeg.

«Ci auguriamo che questo progetto possa incentivare il ricorso a forme di mobilità alternativa, che contribuiscano a migliorare la qualità dell’ambiente e a rendere la nostra regione più bella e più vivibile. Il Green Mobility Project consentirà di cambiare il volto della mobilità sostenibile in Sicilia» prosegue Luca Busi «Del resto, guidare elettrico è economico e divertente: le auto “verdi” sono esenti da bollo per i primi cinque anni, hanno costi assicurativi ridotti e godono di una serie di incentivi per l’acquisto; sono più leggere e scattanti, pur mantenendo un’ottima tenuta di strada; sono silenziosissime e senza vibrazioni, consentendo un maggiore comfort rispetto ai veicoli tradizionali, e infine, dato non trascurabile, consentono di percorrere 135 km al costo di un caffè!»

Sibeg - dal 1960 imbottigliatore di The Coca-Cola Company per la Sicilia e all’ottavo posto tra le aziende produttrici di bevande analcoliche in Italia – è sempre stata un’azienda molto attenta alle tematiche ambientali e impegnata a ridurre l’impatto derivante dalle proprie attività: da anni, presso lo stabilimento produttivo di Catania viene applicato un severo sistema di gestione ambientale, attraverso il corretto utilizzo delle risorse idriche ed energetiche e l’adozione delle più avanzate tecnologie per lo smaltimento dei rifiuti.

Oggi, con il Green Mobility Project, Sibeg diventa la prima azienda in Europa a dotare la propria forza vendita di auto full electric: una massa critica di 100 veicoli che consentiranno di ridurre le emissioni di anidride carbonica e l’inquinamento acustico.

E se dal 1960 in Sicilia Sibeg vuol dire Coca-Cola, oggi più che mai questo nome fa rima anche con responsabilità sociale, etica e sostenibilità ambientale.

Per saperne di più sulla storia di Sibeg clicca qui.