L’ingrediente principale di tutte le nostre ricette è l’acqua, elemento fondamentale anche nel processo di produzione e fonte necessaria per tutte le attività a corollario del processo produttivo in senso stretto.

L’acqua non è importante solo per noi, ma è l’elemento fondamentale per lo sviluppo umano e comunitario e un bene sempre più prezioso, a seguito dell’aumento e delle necessità della popolazione mondiale e degli effetti del riscaldamento globale.

Nella giornata che da 25 anni l’Organizzazione delle Nazioni Unite ha dedicato all’acqua, vogliamo celebrare ancora una volta l’impegno della nostra azienda per una gestione sostenibile dal punto di vista ambientale che si traduce per Coca-Cola HBC Italia in obiettivi concreti volti a garantire la risorsa idrica mediante la riduzione dei prelievi e il trattamento delle acque reflue e a ridurre i consumi energetici e le emissioni di fluidi refrigeranti.

A questo scopo Coca-Cola HBC Italia collabora con i fornitori, coinvolge le comunità locali per incrementare la consapevolezza della tutela delle risorse idriche.

L’impegno profuso negli ultimi anni ha portato Coca-Cola HBC Italia a valori di eccellenza sul consumo idrico. Durante il 2015 l’azienda ha prelevato 2.814.969 metri cubi d’acqua di cui, nei 3 stabilimenti per la produzione di soft drink, il 5% (pari a 103.545 metri cubi d’acqua) è acqua riciclata, intendendo per acqua riciclata l’acqua di un processo produttivo che viene riutilizzata in un altro ciclo, prima di essere indirizzata al trattamento finale o scaricata nell’ambiente.

Tali risultati confermano un impegno di miglioramento e riduzione dell’utilizzo del bene idrico determinato dagli interventi di ottimizzazione del processo introdotti.


LE CERTIFICAZIONI EWS

Nel 2015, Coca-Cola HBC Italia ha finalizzato il processo di certificazione per i due stabilimenti di Nogara e Rionero in Vulture secondo le linee guida dell’EWS (European Water Stewardship), che definiscono i criteri per la valutazione delle fonti e della qualità dell’acqua, il monitoraggio e la mitigazione dei possibili impatti determinati dai prelievi e dagli scarichi e la tutela delle HCV (High Conservation Value Area).

Il livello delle prestazioni è risultato pienamente conforme a tutti i principali requisiti e al 90% di quelli considerati minoritari, tale da consentire l’attribuzione della certificazione al Gold level.

L’IMPEGNO PER IL FUTURO

Per il quinquennio 2016-2020 è stato messo a punto un piano di miglioramento sull’impiego nell’acqua, che introduce un nuovo approccio di monetizzazione dell’impatto ambientale, il quale stima il costo reale dell’acqua (comprensivo della attività di trattamento, manutenzione, ecc.) nella valutazione degli investimenti.

Maggiori informazioni sono disponibili nel Rapporto di Sostenibilità