ATLANTA – Su raccomandazione di Muhtar Kent Presidente e CEO, il Consiglio di Amministrazione di The Coca-Cola Company ha annunciato di aver approvato all’unanimità un’evoluzione della struttura ai più alti livelli della leadership aziendale e di aver nominato come prossimo CEO James Quincey con effetto dal 1 maggio 2017. Kent continuerà a rivestire la carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione.

Abbiamo parlato con Kent e Quincey di questo annuncio e delle opportunità e delle sfide che si profilano per il futuro dell’azienda. 

Prima di tutto, complimenti vivissimi a entrambi. Come vi sentite?

Kent: “In 38 anni di carriera nel sistema Coca-Cola, oggi è uno dei giorni di cui vado più fiero. Sono molto soddisfatto, soprattutto perché sono consapevole che nessuno sarebbe all’altezza di James Quincey, mio stretto collaboratore e socio, nel guidare la nostra azienda nel futuro in qualità di Ceo. Ho avuto il piacere di lavorare con James Quincey per circa la metà dei 20 anni che ha trascorso in The Coca-Cola Company e so quanto siano vaste la sua conoscenza dell’azienda, la sua esperienza con i nostri brand, con i nostri valori e con il sistema globale di imbottigliatori. A tutto ciò lui associa anche una profonda comprensione di come stanno evolvendo i gusti dei consumatori. Tutto questo lo rende il candidato ideale a condurci nel futuro.

Ripercorrendo con attenzione la carriera di James, non è possibile ignorare come abbia sempre dimostrato di possedere una profonda conoscenza degli orientamenti e dei trend di consumo e come abbai orientato gli sforzi decisivi della nostra struttura volti a espandere il nostro portafoglio, introdurre confezioni più piccole e, in tempi più recenti, incoraggiare a innovare la formula delle nostre bevande per ridurre gli zuccheri aggiunti. Penso che chiunque faccia parte dell’azienda può testimoniare che James è un leader indiscusso, in grado di ispirare e coinvolgere, e mi sento veramente tranquillo all’idea della nostra collaborazione e di quello che potremo continuare a realizzare insieme”.

Quincey: “Ti ringrazio molto, Muhtar, per queste parole.  Apprezzo il tuo pieno sostegno e auspico di portare avanti il lavoro eccezionale di cui ti sei fatto carico negli ultimi otto anni come nostro Presidente e CEO. Per quanto mi riguarda, non posso esimermi dal ripetere alcune parole forse scontate e molto usate come ‘onorato’ e ‘commosso’. In effetti è proprio così che mi sento. Nel sistema Coca-Cola abbiamo una solida tradizione di forte leadership e sono colpito dal fatto di essere stato scelto io per la funzione ricoperta finora da Muhtar e da altri grandi modelli da prendere a esempio in tutta la storia dell’azienda. Sono entusiasta per le molteplici opportunità che la nostra azienda potrà avere in futuro e non vedo l’ora di continuare a collaborare con Muhtar per garantire una transizione senza scossoni”.

“Ci troviamo in una fase di importante evoluzione della nostra azienda nella quale stiamo tornando a concentrarci sul nostro core business per dare vita a brand forti e per guidare un sistema di franchising solido e mirato, con degli obiettivi in linea con tutto ciò” -MUHTAR KENT

Perché pensate che sia proprio questo il momento giusto per effettuare questa transizione?

Kent:Ci troviamo in una fase di importante evoluzione della nostra azienda nella quale stiamo tornando a concentrarci sul nostro core business per dare vita a brand forti e per guidare un sistema di franchising solido e mirato, con degli obiettivi in linea con tutto ciò. Negli anni più recenti la nostra leadership ha fatto notevoli passi avanti per ciò che concerne questa trasformazione e io ho fatto presente al Consiglio che portare avanti la collaborazione alla quale James e io abbiamo dato vita, modificando leggermente ciò su cui ciascuno di noi dovrà concentrarsi, ci consentirà di mettere in pratica le nostre migliori competenze per accompagnare e sostenere una crescita duratura dell’azienda”.

Che altro occorre fare per concretizzare con successo il piano di trasformazione dell’azienda in corso in questa fase?

Quincey: “Dobbiamo continuare ad ascoltare tutti coloro che amano i nostri brand e le nostre bevande. Dobbiamo continuare a chiederci: che cosa desidereranno domani? Quali altre bevande riscuoteranno il loro entusiasmo? Se lo faremo, continueremo con successo a rinnovare la nostra gamma prodotti con passione, offrendo ai consumatori più innovazione e più scelta di sempre. Per esempio, sappiamo che i consumatori vogliono prodotti con meno zucchero, e quindi stiamo espandendo la scelta di prodotti a basso o nullo contenuto calorico, oltre a adoperarci in più di 200 iniziative per nuove formule a livello globale. È da un po’ di tempo che abbiamo intrapreso questa strada – continuando a lanciare sul mercato centinaia di nuovi prodotti l’anno – ma continueremo ad accelerare il nostro ritmo, vista la natura in costante e rapida evoluzione del nostro settore”.

“Continueremo a onorare la nostra grande storia fatta di oltre 130 anni di tradizione, ma al tempo stesso dobbiamo continuare a seguire i nostri clienti e consumatori là dove essi ci porteranno". JAMES QUINCEY

Muhtar, ripensando al suo ruolo di CEO negli ultimi otto anni, quale crede che sia stato il più grande cambiamento per The Coca-Cola Company?

Kent: “Direi che la trasformazione che abbiamo intrapreso per riportare la nostra azienda alle sue radici in termini di brand e di franchising probabilmente è stato uno dei cambiamenti più significativi che abbiamo vissuto non soltanto durante il mio mandato, ma anche nell’ultimo quarto di secolo. L’entusiasmo che abbiamo generato in tutto il nostro sistema globale di imbottigliatori tramite questa trasformazione ha apportato un’energia enorme. E la sincronizzazione del nostro sistema di imbottigliamento probabilmente è la migliore da anni a questa parte. Sei d’accordo anche tu, James?

Quincey: “Sì, ma citerei anche il cambiamento mastodontico che Muhtar ha guidato nella cultura del nostro sistema per riportare la nostra attività a dare attenzione all’aumento delle entrate prima ancora che dei volumi. Tramite le strategie segmentate predisposte per le entrate, la nostra attività si concentra maggiormente sulla creazione di una crescita sostenibile e redditizia, vantaggiosa non soltanto per i nostri azionisti ma anche per i nostri imbottigliatori, i nostri clienti, i nostri partner e i nostri soci.

Inoltre non posso non citare che tra i cambiamenti più importanti ai quali abbiamo assistito negli ultimi anni c’è stato un notevole aumento di interesse da parte dell’azienda nel fornire una risposta a questioni di ordine sociale ed economico. In buona parte grazie alla leadership di Muhtar, siamo impegnati a dare una mano per creare opportunità di arricchimento economico per cinque milioni di donne nella nostra catena di fornitori tramite l’iniziativa 5by20; stiamo già restituendo all’ambiente il 100 per cento dell’acqua che utilizziamo in tutto il mondo; e abbiamo continuato a promuovere la diversità come valore di fondo del nostro lavoro. Il nostro impegno riguardo questi temi è in buona parte dovuto alla meritevole leadership di Muhtar”.

James, che cosa le piacerebbe dire a tutti coloro che nel mondo lavorano per The Coca-Cola Company, ora che l’azienda entra in una nuova fase della sua storia?

Quincey: “Non possiamo temere di correre rischi continuando a trasformare la nostra azienda nel mondo in rapida evoluzione che ci circonda. In sostanza: essere audaci, essere coraggiosi. Continueremo a onorare la nostra grande storia fatta di oltre 130 anni di tradizione, ma al tempo stesso dobbiamo continuare a seguire i nostri clienti e consumatori là dove essi ci porteranno. Il piano di trasformazione delineato e attuato sotto la leadership di Muhtar ci sarà utile e adesso starà a noi dargli un’ulteriore spinta verso il raggiungimento di un livello superiore. Non vedo l’ora di lavorare con tutti i nostri collaboratori nel mondo per cogliere le occasioni che si presenteranno e per affrontare con successo i cambiamenti che si profilano nel futuro di noi tutti”.