Milano è tra le città coinvolte da Refresh the City”: il progetto Sprite di riqualificazione urbana di spazi e contesti cittadini che ha dato la possibilità ai teenager italiani di “rinfrescare le città”, esprimendo le loro idee in modo spontaneo e irriverente attraverso la street art.

A colorare via Lodovico il Moro (nella parte di muro che circonda il comprensorio multidisciplinare della società polisportiva Canottieri Olona) è stata la mano di Mate - uno degli artisti del collettivo Artkademy -  partendo dall’idea di un giovane che ha liberato la sua fantasia, scegliendo il muro della città preferita e creando un bozzetto grafico originale che ha poi caricato sul sito https://refreshthecity.sprite.it/.

Il nome dell’opera che oggi campeggia nel cuore dei Navigli, uno dei quartieri più suggestivi e affascinanti della città in cui si fondono tradizione e modernità, è “Lingua di polpo”: abbiamo tutti un animale che ci rappresenta, in questo caso è il polpo. I suoi tentacoli permettono alla ragazza ‘irriverente’ protagonista nel disegno, di pensare tante cose contemporaneamente.

Il bozzetto ha in prima battuta conquistato la giuria del progetto Refresh the City (chiamata a scegliere le due proposte più belle per ogni capoluogo) e, successivamente, ha raccolto il maggior numero di voti degli internauti aggiudicandosi la vincita del contest e la possibilità di essere realizzato concretamente!

Ma “lingua di polpo” non è l’unica opera che ha colorato Milano grazie a Refresh the City…

Un primo graffito è già stato realizzato sempre nel quartiere dei Navigli, in via Dionigi Bussola 4, per dare ufficialmente il via al progetto, raccontandone lo spirito e il concept Born to Refresh in modo immediato e con lo stile versatile e poliedrico di Mr.Wany, fertile connubio tra illustrazione e comics, pittura pop surrealista e graffuturismo.


 

Con Milano si conclude un progetto firmato da Sprite che ha portato una ventata di aria nuova e rinfrescato l’Italia da Nord a Sud, con l’ambizione di riqualificare e rivoluzionare tutte le città coinvolte attraverso una forma d’arte che è bellezza ed energia, ma anche collaborazione e coesione!

Senza dimenticare che è stata la fantasia dei teenager italiani a disegnare il cambiamento sui muri di Milano, Catania, Napoli e Roma; creando nuovi mondi, animali fantastici e molto altro ancora…