Coca-Cola, coerentemente con il proprio impegno nella promozione di uno stile di vita attivo - attraverso iniziative concrete per favorire l’attività fisica - e nella sostenibilità ambientale, ha siglato un accordo con Clear Channel per la sponsorizzazione di BikeMi, il servizio di bike sharing di Milano, per tutto il periodo di Expo Milano 2015, dal 1° maggio al 31 ottobre.
 
La sponsorizzazione prevede la presenza di 2.000 biciclette Coca-Cola, pari a circa il 55% della flotta BikeMi (escluse le bici elettriche), in circa 10 stazioni del bike sharing collocate nei principali snodi cittadini e nei punti di collegamento con l’area Expo, raggiungibile dai Navigli tramite un sistema di piste ciclabili. 
 
La partnership è un’ulteriore conferma dell’impegno di Coca-Cola nella promozione dello sport e degli stili di vita attivi. L’impegno di Coca-Cola su questo fronte si è concretizzato nel 2013 nel sostegno a oltre 290 programmi di attività fisica in circa 125 Paesi in tutto il mondo[1]. In Italia, Coca-Cola è da tempo attiva nella realizzazione di progetti a favore dello sport e degli stili di vita attivi, con il coinvolgimento di circa 3,5 milioni di persone, tra cui moltissimi giovani. Per il 2015, l’impegno di Coca-Cola è coinvolgere 750.000 persone in iniziative concrete sul territorio volte a promuovere l’attività fisica.
A livello globale, l’obiettivo per il 2015 è di promuovere almeno un programma di attività fisica in ogni Paese in cui l’azienda opera.
La partnership con Clear Channel per la sponsorizzazione del servizio di BikeMi è inoltre coerente con l’attenzione che da sempre Coca-Cola riserva al tema della sostenibilità ambientale[2]. Durante l’Expo 2015 sarà possibile monitorare, oltre al consumo medio di calorie, anche le emissioni di anidride carbonica risparmiate all’ambiente grazie all’uso delle biciclette Coca-Cola. A livello globale, l’impegno di Coca-Cola per la protezione dell’ambiente si traduce nell’ambizioso obiettivo di ridurre del 25% (20 milioni di tonnellate) le emissioni di CO2 entro il 2020 lungo l'intera catena del valore, dai processi di fabbricazione, imballaggio, consegna, refrigerazione e reperimento degli ingredienti.
La promozione di uno stile di vita attivo e la sostenibilità ambientale rappresentano i temi portanti su cui si incentrerà il “racconto” del mondo Coca-Cola all’interno del Padiglione Corporate con cui l’azienda sarà presente a Expo Milano 2015. Un edificio progettato con una particolare attenzione al minor impatto sull’ambiente, riciclabile e riutilizzabile, ideato per rispecchiare il modello di sostenibilità di Coca-Cola, dall’uso dei materiali alle tecnologiche adottate. Il Padiglione è stato infatti concepito per essere trasportato, dalla costruzione allo smontaggio, con solo 5 camion container.
padiglione-coca-cola-trasporto-soli-5-camion


Al termine dell’Esposizione Universale sarà ricostruito per diventare uno spazio coperto dove poter praticare attività fisica e sportiva, a beneficio della comunità locale. 
Padiglione Expo progettato da Peia

Il Padiglione Coca-Cola è stato progettato dall’architetto Giampiero Peia (Peia Associati) insieme all’agenzia di brand experience psLIVE.