Poco meno di un anno fa, il Governo Britannico ha proposto una tassa sulle bevande analcoliche zuccherate. Altri Paesi in Europa hanno valutato o stanno valutando misure simili. In molti vogliono conoscere l’opinione di Coca-Cola in proposito e in tanti vogliono sapere cosa ne penso io personalmente, tanto che mi vengono fatte spesso domande in merito anche nella mia vita privata.

Siamo d’accordo con i Governi che la percentuale di persone in sovrappeso o obese sia troppo alta e si debba lavorare per ridurla, non riteniamo però che la soluzione giusta possa essere un’altra tassa. Non risulta infatti, che alcun Paese al mondo, tassando alimenti e bevande sia riuscito a cambiare i comportamenti di consumo delle persone e a farle dimagrire.

La nostra è un’azienda guidata dai consumi. Ascoltiamo e rispondiamo ai nostri consumatori, e da parecchi anni loro ci stanno dicendo che desiderano poter scegliere tra una gamma più ampia di bevande a ridotto, basso e nullo contenuto di zucchero e calorie. Abbiamo risposto a questa richiesta modificando la ricetta delle nostre bevande, introducendo confezioni di dimensioni più piccole e aumentando l’investimento marketing per le nostre varianti senza zucchero.

Stiamo facendo dei passi avanti, ma sappiamo anche che è necessario fare di più.

Con l’introduzione nel 2016 della strategia ‘One Brand’, abbiamo investito in marketing ben il 60% in più rispetto all’anno precedente nelle varianti a ridotto, basso o nullo contenuto calorico di Coca-Cola rispetto all’anno precedente.

Per ridurre ancora di più le calorie nelle vendite dei nostri prodotti abbiamo lanciato quest’anno ben 4 bevande nuove a basso o nullo contenuto calorico: Coca-Cola Zero Zuccheri Zero Calorie, Coca-Cola Gusto Limone Zero Zuccheri e Zero Calorie, Coca-Cola Life con ora il 50% in meno di calorie, Sprite Fresh con il 75% in meno di calorie.

Tutta questa attività implica investimenti significativi. La nostra azienda investe in attività di ricerca e sviluppo per ideare nuove bevande a ridotto, basso e nullo contenuto di zucchero e calorie: sappiamo che per avere successo e far sì che il nostro business continui a essere sostenibile nel tempo, dobbiamo offrire ai consumatori le bevande che vogliono.

Nei mesi a venire continueremo a fornire ai nostri consumatori una scelta per ridurre la quantità di zucchero assunta attraverso le nostre bevande.

Noi crediamo che le nostre iniziative si riveleranno più efficaci di una tassa per aiutare le persone a ridurre la loro assunzione di zucchero. Continueremo ad ascoltare i nostri consumatori, rispondere loro e a incoraggiare sempre più gente a scegliere una delle nostre molte opzioni a contenuto ridotto di zucchero o senza.