Di una bellezza disarmante, perla nel cuore del mar Egeo, Santorini è il gioiello delle Isole Cicladi.

Sospesa tra il blu del mare e l'azzurro del cielo, illuminata dal rosso dei suoi scenografici tramonti e dipinta del bianco candido delle casette disseminate tra villaggi pittoreschi, Santorini vi conquisterà.

Anticamente di forma circolare, nel 1450 a.C una disastrosa eruzione la inabissò nel profondo del mare, trasformandola per sempre; proprio la caldera è ciò che oggi caratterizza questo bacino che ci regala spettacoli naturali unici al mondo.

Vi piacerebbe visitare questo posto dall'atmosfera magica e quasi surreale? Scopriamo insieme i 10 posti dove fare foto uniche a Santorini!

Questa città vi regalerà scatti di angoli suggestivi che vi terranno compagnia per tutto il prossimo inverno. Se sceglierete questa come meta delle vostre vacanze 2017 o se puntate a vincere proprio Santorini come destinazione premio con il concorso "Vinci un viaggio con", non potete non seguire i nostri consigli per scattare fotografie che renderanno le vostre vacanze indimenticabili.

1) È il villaggio più a nord dell'isola ed è estremamente suggestivo; stiamo parlando di Oia naturalmente. Graziosamente curato, nessun dettaglio è lasciato al caso...Gli stretti vicoli si snodano sinuosi tra le casette bianche che si stagliano contro l'orizzonte cobalto, e il panorama sulla caldera è mozzafiato; il tramonto è indiscutibilmente il più bello dell'isola e il paesaggio tinto di colori pastello è una vera manna per gli appassionati di fotografia, assolutamente imperdibile. Oia è fascino. Non potrete andarvene senza uno scatto alla cupola dal caratteristico colore blu, ormai considerata icona dell'isola. Da cartolina.

2) Per scoprire le bellezze di Santorini, l'idea migliore è noleggiare un’auto, anche se il motorino si muove meglio tra le vie strette. Non troppo distante da Oia, andando verso sud, troviamo il caratteristico villaggio di Imerovigli. Sulla più alta scogliera di Santorini, da qui il panorama sul vulcano sommerso è unico.

Più tranquilla e meno assalita dai turisti, Imerovigli è pace. Attraverso un sentiero raggiungiamo la fortezza di Skaros, costruita dai bizantini prima e dai veneziani poi, fungeva come rifugio dai pirati. Un percorso impegnativo ma per cui vale la pena avventurarsi. Anche da qui il tramonto è incredibilmente suggestivo; da questo angolo dell'isola vedrete il sole oscurare piano piano la caldera, fino a nascondere le piccole barche che, fattosi sera, tornano al porto. Emozionante.

3) In perfetto stile cicladico, Fira detta anche Thira, è il capoluogo di Santorini.

Si erge a 260 metri sul livello del mare, altezza che permette panorami magnifici e scorci di cui innamorarsi. La visita alla cattedrale Ypapanti e al Museo Preistorico è d'obbligo. Sono tre i modi per raggiungere Fira, dal porto. È possibile fare la salita a piedi, con la funivia oppure a dorso di un asino. L'ardua passeggiata vi permetterà bellissimi scatti e splendidi ricordi.

4) Passiamo all'escursione più turistica ed assolutamente imperdibile di Santorini.

Dal porto di Fira, raggiungiamo in barca gli isolotti Kameni. Avrete l'imbarazzo della scelta su quale tour scegliere per avventurarvi in questo piccolo viaggio, vi consiglio di assicurarvi che il pacchetto da voi scelto comprenda la visita guidata su tutte e tre le isole di Palia Kameni, Nea Kameni e Thirasia.

Riaffiorata nel centro della caldera, a Palia Kameni potrete farvi il bagno nella sua acqua calda e sulfurea; nuotando vi sentirete nel centro del vulcano. Nea Kameni è la sorella maggiore, possiede un paesaggio desolato, senza forma di vita, oserei dire...lunare.

Gli scenari che ci regalano questi due isolotti quasi gemelli, ci permetteranno di scattare fotografie davvero uniche, nettamente in contrasto con i panoramici romantici e suggestivi che abbiamo ammirato (e fotografato!) nei villaggi ed escursioni precedenti. E mentre camminiamo sul bordo dei crateri che puntellano queste due isolette, alzando gli occhi verso l'orizzonte vedremo Oia e Tira sorriderci definendo in modo stupendo il confine tra cielo e mare; e allora scattiamo un'altra fotografia!

Eccoci adesso a Thirasia. Molto tranquilla, ideale per chi ama il relax, una passeggiata panoramica tra i suoi piccoli borghi, la consiglio. Essendo meno assediata dai turisti riuscirete a toccare con mano la vita cicladica, camminando a stretto contatto con i suoi appena 270 abitanti. Cosa fotografare? Scattate una foto alla chiesa da cui Santorini ha preso il nome, la piccola chiesetta di Santa Irini! E non perdetevi le famose case-grotta disseminate tra i suoi villaggi pittoreschi.

5) Pygros, nel centro di Santorini, è un villaggio costruito sulla cima di una collina.

Le stradine e i viottoli seguono tortuosi il percorso del colle e custodiscono piccole botteghe, gallerie d'arte e tante casette sparse lungo il sentiero! Antica fortificazione veneziana, a Pygros è possibile ammirare (e fotografare!) l'antico castello che lo sovrastava. Inutile dire che dalla cima il paesaggio a 360 gradi sull'isola, è entusiasmante! Di Pygros rimarremo ammaliati e la macchina fotografica sarà sempre accesa per catturare, tra il sali e scendi delle sue infinite viuzze, gli scorci più belli ricchi del colore dell'arte cicladica.

6) E adesso? Andiamo verso sud e ci troviamo ad Akrotiri. Non perdetevi il tuffo nel passato che vi regala la visita al sito archeologico, il più importante del mare Egeo! Sepolta dalle ceneri di un'eruzione come Pompei, Akrotiri è soprannominata per l'appunto la "Pompei greca". È una città che racconta arte e storia.

È vero che il tramonto più bello dell'isola appartiene ad Oia, ma Akrotiri ce ne regala uno davvero affascinante. Sulla cima di una ripida collina troviamo il faro; da questa posizione, ammirerete un tramonto ed un panorama davvero mozzafiato. Assolutamente da fotografare.

Tra i 10 posti da fotografare a Santorini, non possiamo non citare le spiagge:

7) Per chi preferisce quelle più tranquille e poco affollate, a nord di Santorini troviamo la spiaggia di Koloumbos, Baxedes e Paradise Beach.

8) La più grande dell'isola è Kamari, più a sud, ed è famosa per il colore della sua sabbia, nera. Sicuramente più affollata, qui troviamo anche ristoranti, negozi e un lungomare attrezzatissimo. Vicino troviamo la splendida Perissa, anch'essa attrezzata, è molto popolare sull'isola. La sabbia lavica è nera e con il blu intenso del mare che subito diventa profondo, ci regala splendide fotografie.

9) La spiaggia di Vlyhada? È straordinaria. Grandi rocce di arenaria gialla si ergono maestose contro l'orizzonte disegnandone un contorno stupendo.

La spiaggia è lunghissima e non troppo attrezzata, il che la rende ai miei occhi ancora più bella. Il fatto che sia meno caotica delle precedenti ci permette di godere appieno della sua bellezza, specialmente al tramonto.

10) Eccoci adesso alla famosissima spiaggia dalla sabbia rossa, la Red Beach.

Il colore rosso è protagonista, e fa da sfondo a questa spiaggia dal paesaggio surreale. Assolutamente da non perdere.

Con una barchetta, dalla Red Beach raggiungiamo la vicina White Beach, nome che identifica il bianco quasi accecante della pietra che si erge sulla piccola spiaggia di sassi bianchi.

Una volta arrivati scenderemo dalla barca tuffandoci letteralmente in acqua, e dovremo raggiungere la riva quasi nuotando! Per alcuni può essere considerato un attracco fastidioso, ma il mare estremamente limpido e cristallino, è un'ottima motivazione per affrontare questa piccola fuga selvaggia.

Santorini è tra le destinazioni in palio con Coca-Cola questa estate. Giocare e vincere è semplice con WOAH, su App Store e Google Play 

 

MartinaP300.jpg
Martina Pieralli Ama l'arte in ogni sua forma e colore; legge, canta, scrive e viaggia. Fotografa curiosa ogni angolo di mondo, Travel Blogger e Storyteller, si racconta su www.sometravelago.com La citazione che la rappresenta? Il mondo è un libro e chi non viaggia legge solo una pagina.