Sapete dove viene prodotta la Coca-Cola che consumiamo ogni giorno in Italia? Il concentrato è prodotto da The Coca-Cola Company, ma la preparazione della bevanda e l’imbottigliamento avvengono in sei stabilimenti italiani: sono infatti i nostri partner imbottigliatori che producono e confezionano le bevande a marchio The Coca-Cola Company e le distribuiscono ai clienti, che a loro volta le vendono ai consumatori.
Il più grande impianto di imbottigliamento d’Italia si trova a Nogara, in provincia di Verona, ed è di proprietà di Coca-Cola HBC Italia, controllata di Coca-Cola HBC AG e maggiore imbottigliatore nazionale. Con i suoi 136.000 mq di superficie totale, il sito veneto è anche il primo in Europa per capacità produttiva: ogni anno oltre 700 milioni di litri di soft drink a marchio The Coca-Cola Company e più di 1 miliardo tra lattine, bottiglie e bag-in-box (le sacche destinate al consumo alla spina) sono prodotti a Nogara.


Oggi a seguito dell’inagurazione di una nuova linea di produzione ad alta velocità per le bottiglie in PET l’impianto è in grado di produrre, ad esempio, ben 40.000 bottigliette da 500 ml all’ora di Coca-Cola, Coca-Cola light, Coca-Cola Zero e Coca-Cola senza caffeina! Ma lo stabilimento produce anche altre bevande a marchio The Coca-Cola Company - Fanta, Sprite, Powerade e Kinley - per un totale di 16 formati e 9 linee di produzione.
Oltre che per le tecnologie produttive innovative il sito di Nogara è all’avanguardia anche per le soluzioni adottate nel campo delle energie alternative: i pannelli fotovoltaici permettono una riduzione delle emissioni di CO2 di 300 tonnellate ogni anno, mentre dal 2010 l’impianto di cogenerazione genera energia, calore e acqua refrigerata in quantità̀ tali da rendere la realtà produttiva autosufficiente. L’impegno di Coca-Cola HBC Italia non si ferma qui: dall’uso della plastica - dimezzato negli ultimi 10 anni - fino allo smaltimento dei rifiuti, tutto a Nogara è pensato in un’ottica di sostenibilità ambientale. Già oggi viene riciclato il 98% dei rifiuti prodotti dallo stabilimento e l’obiettivo per il 2020 è di non superare i 4 grammi di scarti per litro di bevanda prodotta. Anche sul fronte dei consumi idrici, progressivamente ridotti nel corso degli anni, l’impegno entro il 2020 è di utilizzare non più di un litro e mezzo d’acqua per ogni litro di bevanda prodotta. 
In 40 anni di attività - la produzione è cominciata nel 1975 - lo stabilimento veneto di Coca-Cola HBC Italia ha dunque sempre puntato, oltre che sull’incremento e la diversificazione della produzione, anche sul massimo rispetto per l’ambiente, investendo continuamente per migliorare l’efficienza energetica e ridurre il proprio impatto ambientale
I risultati del sito produttivo di Coca-Cola HBC Italia confermano quanto sia importante e prezioso, per il raggiungimento degli obiettivi che Coca-Cola si è data a livello globale, il ruolo svolto da ciascun partner imbottigliatore a livello locale.
Questi stessi aspetti del sistema Coca-Colapresenza locale e sostenibilità - insieme all’impegno nella promozione degli stili di vita attivi saranno i tre temi protagonisti del Padiglione con cui la nostra azienda sarà presente a Expo Milano 2015. Dal 1° maggio al 31 ottobre 2015 vi aspettiamo a Milano per venire a scoprirli di persona!
Clicca qui per conoscere l’impegno ambientale in Italia di Coca-Cola HBC.