Il segreto per stare bene è puntare su una dieta variegata e ben bilanciata. Parola di Emanuela Caorsi, consulente di nutrizione olistica, scienza che studia un’alimentazione attenta ai fabbisogni e alle problematiche dell’individuo. L’esperta di cucina naturale, che, in occasione del lancio italiano, ha creato delle ricette con AdeZ, nuova linea di bevande vegetali Coca-Cola, ha provato questa semplice verità direttamente sulla sua pelle: dopo aver seguito per mesi un’alimentazione strettamente crudista a base di pochi ingredienti molto nutrienti e non raffinati, è tornata ad ampliare la propria dieta, includendo proteine animali e cibi cotti, perché si è resa conto che “anche i cibi più sani, se assunti in quantità eccessive e ripetute, rischiano di trasformarsi in boomerang”.

Emanuela-Caorsi.png
"Ogni persona ha esigenze nutritive diverse, che possono cambiare in base al momento e alle condizioni psicofisiche: bisogna capire il proprio corpo e sapersi ascoltare”, sottolinea Emanuela, che ha un passato da ingegnere strutturista e un diploma della Canadian School of Natural Nutrition. “In generale, però, ampliare il più possibile la propria dieta, includendo gli ingredienti più vari, è sempre una buona regola per tutti, perché limita i rischi di raggiungere la saturazione e sviluppare intolleranze”.

Forse anche grazie alla formazione della sua precedente vita professionale, Emanuela ha un approccio molto pragmatico e per nulla ideologico alle teorie dell’alimentazione. In questo senso, la varietà rimane una stella polare che l’aiuta spesso a misurare i suoi consigli evitando gli estremismi. Per questo vede con favore l’arrivo sul mercato italiano della nuova gamma di bevande AdeZ a base di soia, mandorla, avena, riso e cocco.

Rappresentano un’opportunità per ampliare la dieta di tutti. Con un gusto che soddisfa anche i palati più tradizionali, sono un’alternativa valida per qualsiasi consumatore, non solo per chi è intollerante o ha particolari esigenze alimentari”.

Secondo Emanuela, le diverse bevande hanno caratteristiche particolari, che variano secondo la composizione: quella a base di soia è più proteica; quelle di mandorla e cocco sono più rinfrescanti; quella di avena è povera di grassi; quella di riso ha una miscela morbida e armoniosa.

 “Indipendentemente dalle caratteristiche di ogni bevanda, il gusto rimane il miglior indicatore di cosa è giusto per noi”, suggerisce Emanuela. “Quando si può, è meglio assecondare le nostre preferenze: costringersi a bere qualcosa che non piace, difficilmente porta a buoni risultati”.

Altro vantaggio di queste bevande è che non contengono zuccheri aggiunti e sono arricchite con vitamine o minerali. Oltre che per essere gustate da sole – a colazione, durante il giorno o come spezza-fame nella versione con aggiunta di succo di frutta – sono ingredienti ideali per ricette gustose.

Iniziare la giornata con cibi poco zuccherini aiuta il corpo ad abituarsi alla dolcezza naturale degli alimenti, limitando la voglia di zuccheri per tutta la giornata”, sottolinea la Consulente in Nutrizione Olistica.

Per mangiare bene senza rinunciare al gusto, dal suo punto di vista occorre solo fare un poco più di attenzione. Fare colazione con un banana bread a base di bevanda al riso, con muffin alla carota e bevanda di cocco o altre ricette da lei proposte, ad esempio, è un modo alternativo per concedersi una coccola alimentare.

Spesso cercare ingredienti più sani è un incentivo per ampliare i propri orizzonti – conclude Emanuela – in quest’ottica, le bevande vegetali aiutano a sperimentare e a scoprire soluzioni interessanti”.

 

Scopri le ricette di Emanuela per gustare AdeZ: