Nel 2017 l’UNESDA - Union of European Soft Drinks Associations –  ha annunciato l’impegno formale verso la riduzione del 10% del contenuto medio di zuccheri aggiunti alle bevande analcoliche lisce o gassate entro il 2020. Si tratta dell’ultima iniziativa presa per aiutare i consumatori a tenere sotto controllo la loro assunzione di zuccheri, così che possano effettuare scelte più salutari per se stessi e le loro famiglie.

L’impegno di UNESDA alla riduzione dello zucchero, di cui la nostra azienda si è fatta promotrice, è un’iniziativa volontaria. Tutto ciò dimostra l’intenzione da parte del settore europeo dei soft drink di agire e dare un contributo significativo agli obiettivi di politica pubblica europea riguardo il miglioramento della salute.

L’annuncio dello scorso anno si aggiunge al traguardo, già raggiunto tra il 2000 e il 2015, della riduzione del 12% del contenuto di zuccheri e calorie.

Di fatto, il ritmo con cui in Europa si riducono zucchero e calorie nelle bevande analcoliche nel 2020 sarà così triplicato, segnando una notevole accelerazione in termini di tempo e di impatto complessivo nell’impegno assunto dal settore.

The Coca-Cola Company e i suoi partner imbottigliatori stanno lavorando a stretto contatto con il resto del settore delle bevande analcoliche a livello europeo e con le associazioni nazionali per fare ulteriori passi avanti in questa direzione, così da garantire una risposta adeguata alle preferenze dei consumatori nei riguardi dello zucchero. Con tale iniziativa si vuole garantire che il settore risponda adeguatamente agli inviti rivolti dalle autorità all’Unione Europea e a livello nazionale, per una riformulazione e riduzione dello zucchero in tutto il settore alimentare.

Ampliando la propria offerta a basso o nullo contenuto calorico e limitando la quantità di zucchero nelle bevande, abbiamo scelto di promuovere la possibilità per ogni persona di fare scelte salutari per sé e per la propria famiglia.

L’azione delle aziende nel settore dei soft drink europeo si è finora tradotta in una serie di risultati concreti:

  • Le bevande analcoliche incidono per meno del 3% delle calorie della dieta media europea
  • In media, tra il 2000 e il 2015 le calorie per 100 ml di bevanda sono state ridotte del 12%
  • La disponibilità di confezioni di dimensioni inferiori a 330 ml (la lattina standard) è aumentata del 15% dal 2006
  • Oggi esistono oltre 30 formati diversi tra i quali scegliere
  • Il 66% dei nuovi prodotti lanciati sul mercato è a basso o nullo contenuto calorico
  • Le bevande a basso o nullo contenuto calorico rappresentano oltre il 30% delle vendite in molti mercati UE.

Inoltre, l’impegno di The Coca-Cola Company ha permesso di raggiungere ulteriori traguardi per quanto riguarda i brand aziendali:

  • Dal 2005 al 2015 abbiamo ridotto dell’8% la media delle calorie per litro delle nostre bevande
  • Il 60% dei prodotti del nostro portfolio è a ridotto, basso o nullo contenuto calorico
  • Dal 2016, un terzo dei nostri prodotti venduti in Italia è a ridotto, basso o nullo contenuto calorico
  • Tutti i nostri principali brand sono disponibili nei formati più piccoli da 150, 200 e 250 ml.