Gli Stati Uniti hanno l’enorme fortuna di ospitare una molteplicità di meravigliosi parchi naturali. Alcuni di essi attirano i visitatori con maestose montagne, vallate e corsi d’acqua, mentre altri offrono paesaggi quasi extraterrestri, piatti, aridi e desertici. Tutti, in ogni caso, richiamano i viaggiatori locali e internazionali con una medesima cosa: il fascino e la bellezza della natura incontaminata che non chiede altro che di essere catturata dall’obbiettivo di una macchina fotografica.

Con la prospettiva di giornate di sole, fresche brezze e incontri ravvicinati con la fauna selvatica, primavera ed estate sono di gran lunga i periodi migliori dell’anno per visitare i parchi nazionali americani. Ecco un breve elenco dei parchi nazionali degli Stati Uniti più belli da visitare quest’anno.

Death Valley National Park

In estate il Death Valley National Park, forse uno dei più particolari negli Usa, accoglie i visitatori con temperature elevatissime, quindi se avete intenzione di godervelo appieno fareste bene a evitare di andarci tra giugno e settembre. Se sognate di farlo nelle condizioni ideali, programmate il vostro viaggio nella Valle della Morte in primavera, quando le temperature di giorno si aggirano in media tra i 21 e i 26 gradi centigradi e qualche scroscio di pioggia isolato risveglia la vita con abbondanti fioriture e la presenza di animali.

Quando partite, ricordate di portarvi appresso molta più acqua di quanta credete di poterne bere: nella Death Valley non è mai troppa.

Per visitare la Valle della Morte percorrete da est a ovest la California Highway 190: da qui si diramano varie strade che vi porteranno nel cuore del parco.

Zion National Park

Panorami, panorami e ancora panorami: questo troverete nello Zion National Park, uno dei miei preferiti negli Stati Uniti, per lo più per i suoi imponenti dirupi di arenaria di molteplici colori, dal rosso al crema a varie sfumature di marrone. Il parco offre una grande varietà di sentieri da percorrere a piedi. E se non bastasse, gli amanti della vita all’aria aperta troveranno moltissime attività tra cui scegliere, dalle escursioni al campeggio, dal birdwatching al ciclismo, dall’arrampicata alla canoa e molto altro ancora.

The Narrows, uno stretto e tortuoso canyon molto popolare tra i turisti, è uno dei punti ideali dai quali godere della vista di una sezione unica del parco: scoprirete che il letto del fiume in genere non è più largo di 60-90 metri, e che le pareti delle gole svettano sopra le vostre teste molto in alto. Prima di partire per questa escursione, riferite il vostro itinerario al ranger del parco nel centro visitatori, così da ricevere tutte le informazioni utili aggiornate sulla situazione meteo e altro ancora.

Altre escursioni che potrebbero piacervi sono quelle con destinazione Angels Landing, Hidden Canyon e Canyon Overlook.  Il Parco nazionale di Zion si trova a Springdale, nello Utah, lungo la Strada statale 9, e la migliore opzione per alloggiare in città è lo Zion Park Motel.

Bryce Canyon National Park

Con i suoi alti ed esili pinnacoli di roccia e le sue foreste, il Bryce Canyon National Park, situato anch’esso nello Utah, è uno spettacolo che vi si imprimerà per sempre nella memoria. Nel canyon e lungo le sue sponde troverete vari punti panoramici e sentieri di ogni tipo. Coloro che vogliono immergersi fino in fondo nella storia del parco, faranno bene a rivolgersi al ranger per i vari programmi: se amate l’avventura, potrete partire a cavallo o a dorso di mulo per una cavalcata nel canyon di alcune ore.

Il modo migliore per visitare il parco è trascorrervi qualche giorno: per chi vuole vedere il più possibile sono disponibili campeggi e alloggi di vario tipo, mentre le opzioni in albergo sono assai limitate.

Consiglio: Il Byrce Canyon è a circa 112 chilometri a nord del Parco nazionale di Zion, quindi è possibile visitarli entrambi in un unico viaggio.

Everglades National Park

La più grande area naturale subtropicale degli Stati Uniti, l’Everglades National Park, è situato nella parte meridionale della Florida ed è una destinazione imperdibile se amate ammirare come vivono gli animali selvatici, andare a pesca e scattare fotografie. In questo parco avrete anche la possibilità di cimentarvi in varie attività all’aria aperta, come kayak, pagaia e canoa. I famigerati alligatori americani sono di casa qui, quindi ne vedrete in gran quantità sulla riva, a riscaldarsi al sole, oppure… a nuotare a pochi metri da voi.

Se visitate questo parco assicuratevi di farci un giretto in motoscafo: anche se forse non avvisterete molti animali (si allontaneranno a causa del rumore del motore), è il modo più semplice per ammirare da vicino questa vasta palude in poco tempo.

Ci sono tre modi per entrare nel parco: l’ingresso principale a Homestead, l’ingresso della Shark Valley a Miami e l’ingresso lungo la Costa del Golfo a Everglades City.

Hawaii Volcanoes National Park

L’isola di Hawaii è caratterizzata da ben 11 dei 13 climi esistenti sul nostro pianeta, e questo la rende uno dei luoghi più eccezionali al mondo nel quale osservare il divenire e il formarsi della terra. Qui, nell’arco di una sola giornata potrete letteralmente immergersi in tutti i climi possibili.  

L’Hawaii Volcanoes National Park non fa eccezione: qui passerete dalla foresta tropicale a distese desertiche di lava, con getti di geyser e molto altro. Tutto in pochi chilometri. Con tutta questa scelta, la maggior parte dei visitatori dedica più giorni alla visita di questo parco. Se camminare non fa per voi, imboccate con l’auto la Chain of Craters Road, un itinerario di circa 32 chilometri che scende di oltre mille metri fino alla costa, offrendo ai passeggeri una vista spettacolare dell’oceano sottostante. La Chain of Craters Road finisce presso un fiume di lava formatosi nel 2003, dove è possibile scendere dall’auto ed esplorare la zona.

Per godere dei panorami più straordinari dei laghi di lava, effettuate la visita all’alba o al tramonto: potrete così vedere la rossa lava fusa creare un forte contrasto cromatico con l’oscurità del cielo. E tenete a portata di mano la macchina fotografica.

Il Parco nazionale dei vulcani delle Hawaii è situato sulla Big Island di Hawaii, lungo l’Highway 11 a circa 48 chilometri a sudovest da Hilo e a 154 a sudest di Kailua-Kona.

 


The Coca-Cola Company, in quanto Proud Partners di America’s National Parks, ha da molto tempo un rapporto privilegiato con il sistema dei parchi nazionali e, oltre a creare materiale cartaceo pubblicitario per presentarli e promuoverli, ha lanciato varie iniziative pubblicitarie per incoraggiare il turismo. Con il suo impegno, Coca-Cola North America sta contribuendo a ripristinare, mantenere e creare sentieri per passeggiate ed escursioni all’interno dei parchi nazionali di tutto il paese. Il suo impegno fornisce un prezioso sostegno all’istruzione, volto a incoraggiare gli americani a scoprire e godere dei loro parchi nell’ambito di uno stile di vita sano.

Ryan Gargiulo è l’autore di un blog di viaggi d’avventura molto popolare in USA: “Pause the Moment”. Viaggia in ogni angolo del pianeta, ama l’avventura, è un blogger, un vlogger e un travel coach che ha visitato 25 Paesi da quando ha lasciato il suo precedente lavoro nel 2010.