Alberto Maffei ci racconta la sua esperienza al più spettacolare contest di snowboard italiano.
Alberto Maffei, atleta della squadra italiana di snowboard, è da poco entrato a far parte della crew Gnarcolate, un gruppo composto da ragazzi tra i 18 e i 30 anni che hanno fatto della loro passione per la tavola un vero e proprio lavoro: prima con un blog e una linea di abbigliamento dedicata ai veri rider e poi con un team che raccoglie al suo interno i migliori talenti sul suolo italiano.

Alberto ha partecipato alla tappa del burn Vertical Tour di San Martino di Castrozza, aggiudicandosi il primo posto nel contest di slopestyle chiudendo la migliore run della giornata.
Ecco il video report del weekend a San Martino di Castrozza:

La linea era composta da 1 rail in discesa, 3 kicker (salti) da 12-14 mt e un rail finale piatto discesa. Alberto ha chiuso perfettamente un “backside blunt to fakie” sul primo rail, un “cab 540” sul primo salto, un “frontside 720” sul secondo salto, un “backside 720” sul terzo salto e ha concluso la sua run con un gigantesco “gap fs board” sull’ultimo rail!
Queste parole cosi strane in realtà rappresentano lo scopo ultimo di molti atleti che, come Alberto, si allenano giorno dopo giorno per diventare i più forti snowboarder internazionali.
Alberto: “Essere professionista a 19 anni non è semplice, come ogni disciplina anche lo snowboard esige rinunce e determinazione. Il burn Vertical Tour è un circuito molto importante per noi atleti, permette di confrontare le nostre reali capacità sul campo e ci prepara per le gare internazionali. Vincere questa gara è sicuramente una soddisfazione incredibile, ti ripaga del lavoro fatto durante gli allenamenti e ti prepara mentalmente per le gare all’estero.
San Martino è un posto magnifico e vincere una gara cosi importante ai piedi di queste magnifiche montagne non ha veramente prezzo”.

Il burn Vertical Tour

Il burn Vertical Tour, che ha preso il via il 29 dicembre a Cervinia, è il più importante circuito italiano dedicato al mondo dello snowboard, capace di abbinare sport e divertimento, spettacolo e degustazioni, prove tecniche e adrenalina. E quest’anno aveva una marcia in più, grazie all’arrivo come title sponsor di burn, l’energy drink di Coca-Cola. Una bevanda che ama lo sport e la compagnia, nata per divertire ed emozionare. Ecco perché ha scelto il circuito organizzato da Event's Way: “Siamo molto contenti di aver partecipato al Vertical Tour – commenta Federico Frigieri, burn brand champion per l’Italia - perché rappresenta una conferma dell’interesse del brand per le discipline invernali, dopo la partecipazione alle Olimpiadi di Sochi come sponsor ufficiale delle gare di snowboard. È un legame importante quello che lega burn al mondo della neve, confermato dai numerosi atleti di livello internazionale che fanno parte della burn Crew e che abbiamo portato in Italia per le date più importanti”. 
Il Tour include il Contest Slopestyle, la disciplina fresca di esordio olimpico che ha visto impegnati alcuni tra i migliori specialisti, italiani e stranieri, per giocarsi il montepremi dedicato.
Alberto Maffei commenta il suo approccio allo slopestyle:
Lo slopestyle è senza ombra di dubbio la disciplina più spettacolare e difficile dello snowboard odierno. Il gesto atletico sta raggiungendo livelli incredibili e stare dietro a centinaia di atleti che si allenano giorno dopo giorno per vincere queste gare non è per niente facile. Personalmente penso che lo slopestyle sia una delle discipline più entusiasmanti ed espressive di questi sport. Il punteggio viene deciso in base alla difficoltà del gesto atletico, allo stile, alla dimensione della traiettoria e la cosa entusiasmante è che ogni atleta può interpretare il percorso in 1000 modi diversi….l’interpretazione più complessa, elegante, spettacolare vince. Molti potranno dire che sono solo una serie di rail e salti, per noi atleti lo slopestyle è molto di più. Adrenalina, tensione, prestazione si mischiano regalando qualcosa che pochi possono provare. Se penso al mio futuro penso allo slopestyle , penso ai salti….una delle cose più belle al mondo”.
Ma l’intrattenimento non si è esaurito sulle piste! Ha accompagnato il pubblico dalla mattina a notte fonda con un ricco programma di appuntamenti per rendere ogni weekend un evento indimenticabile, all’interno del burn Vertical Village.
Dopo l’inaugurazione a Cervinia il 29 e 30 dicembre, il Vertical Village ha fatto tappa nelle più celebri stazioni sciistiche del Paese: dalle località esclusive di Madonna di Campiglio, Passo San Pellegrino e Alleghe alle cime olimpiche di Sestrière, passando per l’Acetone, Alba di Canazei, S. Martino di Castrozza (7-8 marzo), il Passo del Tonale (14-15 marzo) e Corvara/Alta Badia, il 21 e il 22 marzo, per salutare l’inverno con la finale del Contest Slopestyle.
Per saperne di più, visitate il sito internet ufficiale, la pagina Facebook, il nuovo profilo Instagram.