Ogni anno si riciclano miliardi di bottiglie di plastica. Ma come vengono usate? In Ecuador, dalle bottiglie nascono luoghi dedicati alla collettività, attraverso programmi che trasformano la plastica rigenerata in progetti per le comunità e per favorire attività imprenditoriali.

 

Le bottiglie in PET si sono trasformate in una nuova biblioteca in Sudamerica

Santa
Marianita, nella provincia di Manabí, si affaccia sul Pacifico sulla costa ovest dell’Ecuador. A questa piccola comunità è approdata Verónica Reed, architetto presso Sustainable Design Studios, giunta qui con una missione: costruire un luogo dove la gente del posto potesse leggere e prendere in prestito libri. 
Il nostro studio è specializzato in progetti di design ambientale con materiali presi dagli spazi circostanti” ha spiegato l’architetto Reed. “C’era bisogno di completare l’edificio scolastico, dove gli spazi sono limitati e sovraffollati, con una biblioteca”.
Lo studio si è quindi rivolto a
Coca-Cola per chiedere aiuto.
Coca-Cola, già partner di Sustainable Design Studios in un precedente progetto a Quito, la capitale ecuadoregna, ha nuovamente accettato la collaborazione, segnando la nascita della futura biblioteca a Santa
Marianita. 
Il progetto richiedeva la disponibilità di 2.600 bottiglie in polietilene tereftlato (PET). Inizialmente, il team voleva legare assieme le bottiglie, inserendole all’interno della struttura in legno della nuova biblioteca, ma la realizzazione ha comportato molte difficoltà inattese.
Il problema era che la soluzione ideata dall’architetto Reed necessitava di 2.600 bottiglie uniformi per modello, dimensioni e condizioni, da fondere con i materiali da costruzione tradizionali del paese, in particolare bambù gigante e legname di provenienza locale. Poiché le bottiglie usate erano usurate in modo non uniforme, la loro disomogeneità ha creato non pochi problemi pratici al team di progettisti. 
Per risolvere l’impasse,
Coca-Cola ha donato bottiglie nuove, molte delle quali scartate durante la produzione. Per ogni bottiglia nuova impiegata, ne abbiamo raccolte altre usate nella comunità per destinarle a un programma di riciclo del PET”, ricorda Reed.


 

Parchi giochi, pensiline degli autobus e molto altro

Le trasformazioni delle umili bottigliette di plastica hanno riguardato anche altre zone dell’Ecuador.
Con 8.500 bottiglie è stato costruito un parco giochi a Quito. Al Jardin Botánico, bottiglie trasparenti e altre dipinte in color rosso vivo sono state accostate per creare una struttura per il gioco completa di scivolo.
Non lontano da lì, il grafico e designer
Rodney Verdezoto, appassionato utilizzatore di materiali di riciclo, ha lavorato con Coca-Cola alla realizzazione di fermate dei mezzi pubblici, insegne e gettacarte, ricavati da PET di recupero

 

Il riciclo è di moda

Recentemente Coca-Cola ha creato, insieme al celebre rapper e produttore discografico
will.i.am, il brand EKOCYCLE™: un marchio che promuove il riciclo e la
sostenibilità
attraverso prodotti di tendenza, aspirazionali ma accessibili, realizzati in parte da
materiali riciclati
Scopri di più a questo link: http://www.coca-colaitalia.it/storie/il-riciclo-e-di-moda-con-william-e-coca-cola