Fare musica vuole dire mettere a comune denominatore una passione capace di unire persone di ogni età e gusto, senza limiti geografici o temporali. Una situazione già di suo decisamente felice, la definirei, resa ancora più coinvolgente dalle nuove tecnologie e dai media a disposizione. Tra i social e la rete in generale le possibilità per quanti amano fare musica si moltiplicano, infatti, aprendo a molti un mondo nel quale mostrare il proprio talento, e raggiungere un pubblico potenzialmente infinito.

La stessa passione e il reale entusiasmo per la musica che vedo nelle nuove generazioni hanno contagiato anche le esperienze della mia vita. Questo stesso “fuoco” mi ha spinto a intraprendere determinate strade che hanno segnato il mio percorso personale.

Nonostante il mio lavoro di conduttore radiofonico, non è però così comune avere l’opportunità di osservare da vicino chi cerca di fare dalla musica anche un percorso per la vita; poter dare loro una pacca sulla spalla per sostenerne l’entusiasmo, dire una parola di conforto, offrire un consiglio, insomma, non capita tutti i giorni. Per questo quando mi è stato chiesto di partecipare a Future Legend ho subito accettato con grande entusiasmo.

L’intuizione di Coca-Cola rimette al centro il talento e la qualità della musica e dei suoi appassionati. Protagonisti i teenager, non solo come concorrenti ma come pubblico attivo della competizione, chiamati a scegliere le leggende della musica di domani su un palcoscenico – la rete e i social – che è di fatto il mondo a loro più congeniale.  

Iniziata ufficialmente lo scorso dicembre, in una prima fase ai ragazzi è stato chiesto di caricare un inedito o una cover sulla piattaforma dedicata. Oltre mille le candidature arrivate e solo una dozzina i prescelti che hanno superato il severo giudizio del pubblico e dei quattro coach eletti a mentori dei ragazzi.

 

Così, in collegamento dal Coke Studio, i quattro team guidati da artisti d’eccezione hanno fatto il loro debutto durante la serata di presentazione. Un’alchimia perfetta – a mio avviso – tra generi e qualità dei singoli coach che sicuramente andranno a esaltare le doti dei partecipanti. Per la squadra del pop guidata da Irama, e dalla sua poetica così attinente al genere, concorrono Edoardo (Edoardo Brogi), Margot (Margherita Di Molfetta) e Osso (Ossama Addahre). Per la squadra del rap di Emis Killa – giudice che ha saputo dimostrare negli anni di essere a tutti gli effetti un astro del suo genere, amato da ragazzi e ragazze di ogni età – sono Blackknote (Marco Kikonde), Mathìs (Mattia Paviera) e True Skill (Michele Rossi) i prescelti. La squadra del soul di Annalisa, la cui voce pura incarna perfettamente lo spirito del suo team, vede Adriana (Adriana Iè), Eddie Brock (Edoardo Iaschi) e Mikesueg (Michele Aliberti). Infine, la squadra della trap di Charlie Charles, un nome che è già leggenda nonostante la giovane età, è composta da Jbarton (Valerio Martinelli), Madblow (Daniele Monellini) e Paul Noire (Paolo Passaretti).

L’entusiasmo di conoscere da vicino le Future Legend provenienti da tutta Italia, ciascuna con la propria storia, ha dato un tocco che ben si addice allo spirito della competizione: il racconto di quanto sia importante non smettere di credere nei propri sogni, nonostante le numerose avversità che possono verificarsi, è stato illuminante. Anche per me che ormai da qualche anno parlo di musica e desideri.

La ricerca della Future Legend Coca-Cola 2019 è iniziata e tre nuove fasi copriranno i mesi a venire fino alla fine dell’anno: i 12 concorrenti a maggio diverranndo 8, due per categoria, successivamente 4 e a novembre sarà decretato il vincitore.

Il pubblico è ora chiamato ad ascoltare i brani in gara grazie alle speciali lattine Coca-Cola con il volto dei quattro coach disponibili nei supermercati e bar. Scansionando il QR code presente sulle lattine comparirà un codice promozionale da inserire su https://www.coca-cola.it/it/future-legend/ per ascoltare in esclusiva gli inediti delle Future Legend e scegliere il proprio brano preferito.

Da sempre promotrice della musica, Coca-Cola nel 2019 ci mette ancora più passione e cerca di scriverne il futuro insieme ai suoi protagonisti. Il mio invito a tutti coloro amano fare e vivere la musica è non essere meri spettatori, ma parte integrante di questo viaggio alla ricerca della prima Future Legend della musica.

 

dario-spada.png
Dario Spada

Conduttore radiofonico italiano, ha esordito a soli 15 anni nel mondo della radio. Uno dei personaggi più interessanti e poliedrici di Radio 105, fortemente rappresentativo del suo Palinsesto. Per Future Legend è la voce narrante della competizione, nonché presentatore della serata di presentazione della music battle.