The Coca-Cola Company opera in tutto il mondo attraverso diverse aziende partner che producono confezionano, commercializzano e distribuiscono i prodotti a marchio Coca-Cola nel mondo. In Italia, il compito è affidato a due società imbottigliatrici: Coca-Cola HBC Italia, che produce e distribuisce i prodotti a marchio The Coca-Cola Company in tutta Italia ad esclusione della Sicilia, e Sibeg, che si occupa del mercato siciliano.

Uno studio di SDA Bocconi School of Management realizzato nel 2015 ha misurato l’impatto a livello occupazionale del sistema Coca-Cola sul territorio italiano, prendendo in considerazione Coca-Cola Italia e Coca-Cola HBC Italia (Nota: lo studio non include Sibeg). Lo studio ha fornito una fotografia dell’indotto di Coca-Cola sia in termini di dipendenti sia in termini di occupati nel 2014.

In termini di occupati Coca-Cola ha avuto un impatto complessivo pari a 25.918 lavoratori; questa cifra equivale allo 0,1% del totale della forza lavoro in Italia. Più nel dettaglio l’impatto è stato misurato in termini di 2.661 lavoratori a livello diretto e 23.257 a livello indiretto, con 2.457 lavoratori indiretti di primo livello e 20.800 lavoratori indiretti di secondo livello. In sostanza ad ogni posto di lavoro diretto corrispondono circa 13 posti di lavoro indiretti all’interno dell’economia italiana.

Prendendo in considerazione anche le persone che dipendono, parzialmente o totalmente, dai redditi di lavoro generati, direttamente ed indirettamente, da Coca-Cola il totale delle persone coinvolte è di circa 70.000 persone[1].

In termini di profilo dei dipendenti, Coca-Cola presenta una maggiore incidenza femminile rispetto alla media delle imprese attive in Italia, sia a livello di quadri (34% rispetto alla media di 28%) sia soprattutto a livello di cariche dirigenziali, con una percentuale quasi doppia (24% rispetto al 13%).

In termini di retribuzioni, Coca-Cola rappresenta un profilo retributivo superiore rispetto alla media del settore delle bevande (+12% nel caso dei quadri e impiegati; +21% nel caso degli operai) e un profilo meno sperequativo per quanto riguarda i dirigenti (la cui retribuzione è pari a 3,5 volte quella degli operai, rispetto ad una media italiana di 4,7).

 

Lo studio sull’impatto economico del sistema Coca-Cola sul territorio italiano è in fase di aggiornamento e verrà pubblicato nelle prossime settimane con riferimento ai dati più recenti a disposizione.


 

[1] Stima su dati ISTAT (2013) sulla distribuzione delle famiglie italiane per numero di componenti.