Durante il mese sacro del Ramadan, Coca-Cola Medio Oriente si è impegnata per promuovere un mondo senza etichette, abbandonando le sue. 

Ha realizzato una lattina in edizione limitata, rossa e con la distintiva onda bianca, ma senza il celebre logo Coca-Cola. Sul retro, un messaggio contro i pregiudizi, che invita alla tolleranza: “Labels are for cans, not for people" (le etichette sono per le lattine, non per le persone). 

Gli studi dimostrano che i pregiudizi di solito si formano nei primi sette secondi in cui si incontra qualcuno, basandosi sulle apparenze, sulla nazionalità o sulla cultura.   

Coca-Cola Medio Oriente ha quindi realizzato anche un video, un esperimento che mette in evidenza la tendenza della società agli stereotipi. Coca-Cola ha invitato sei estranei ad un iftar - il veloce pasto serale durante il mese sacro del Ramadan, che termina il 17 luglio – completamente al buio. In questa situazione, senza potersi vedere, gli ospiti hanno conversato senza formare pregiudizi sui loro commensali basati sull'aspetto fisico. E il risultato è sorprendente.


"Combattere il pregiudizio è una battaglia globale, a cui Coca-Cola in Medio Oriente è orgogliosa di contribuire in occasione del Ramadan, ricordando al pubblico che le etichette sono per le lattine, non per le persone", ha detto Islam El Dessouky, direttore Interactive Marketing Communications di The Coca-Cola Company in Medio Oriente. "Invitando tutti a evitare gli stereotipi, speriamo di diffondere la felicità al maggior numero di persone possibile".

lattine Ramadan