Il legame di Coca-Cola con la Campania parte da lontano e resta uno degli ingredienti principali del nostro successo in Italia: è a Napoli, infatti che nel 1955 nacque la prima Fanta Original, ancora oggi con succo d’arancia 100% italiano.

Un sodalizio con il territorio che l’anno scorso ci ha portato a creare più di 2000 posti di lavoro, diretti e indiretti, e a distribuire nella Regione risorse per oltre 30 milioni di euro – pari allo 0,3% del PIL regionale – fra imprese, famiglie e amministrazione regionale.

Questo rapporto è diventato più solido nel tempo anche grazie alla presenza a Marcianise di quello che oggi è il più grande stabilimento dell’Italia del Sud: un’area di 108mila metri quadrati che vanta quattro linee produttive in grado d’imbottigliare oltre 200 milioni di litri di bevande l’anno.

Un legame strategico, valorizzato anche attraverso una serie d’investimenti in ammodernamenti e nuove tecnologie per più di 30 milioni di euro negli ultimi otto anni, per rendere questo stabilimento un gioiello d’eccellenza industriale, anche in termini di sostenibilità ambientale: grazie a un impianto di cogenerazione, la realtà di Marcianise è in grado di produrre energia, calore e acqua refrigerata. Un sistema che lo rende autosufficiente per quasi il 50% del proprio fabbisogno e che, nel complesso, ha contribuito a ridurre le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera del 31% negli ultimi due anni.

 


Per celebrare la vicinanza con il territorio di cui siamo orgogliosi abbiamo prodotto un’edizione di bottiglie da 33 cl a tiratura limitata che reinterpreta, grazie alla creatività e all’immaginazione degli studenti della scuola Comics di Napoli, alcuni dei soggetti più noti della Smorfia napoletana: “L’Italia”, “La Risata”, “La Festa”, “La Musica”, “Pulcinella” e “La Tavola Imbandita.

Una relazione speciale con un impatto sulla comunità che va oltre la dimensione economica e occupazionale. Lo sa bene “'O Maé”, Gianni Maddaloni, fondatore di una palestra di judo nel quartiere di Scampia di Napoli, diventata un presidio per i giovani che vogliono sfuggire alla strada. E i ragazzi della Scuola Calcio Scampia, della Fondazione Famiglia di Maria e della Società Sportiva Europa, tre associazioni impegnate nel sostenere l’inclusione della gioventù locale. Tutti progetti che, con il nostro supporto, hanno contribuito a integrare migliaia di ragazzi attraverso lo sport e le attività educative, insegnando valori sani e rispetto delle regole.



Fin dal nostro arrivo in Italia nel 1927, ci siamo impegnati al massimo lavorare a stretto contatto con il territorio con un processo d’investimento economico e sociale. Crediamo che le ricette migliori siano quelle in cui si mette il cuore: insieme a una buona dose di risorse materiali, in questa Regione mettiamo una parte d’entusiasmo, due parti d’esperienza, una manciata d’orgoglio e una spruzzata di passione. E mescolando il tutto, creiamo posti di lavoro e valore per la comunità. Una ricetta speciale che ci fa sentire più campani di quanto s’immagini.