Coca-Cola e (RED) hanno scelto il linguaggio universale della musica per sensibilizzare e raccogliere fondi per porre fine alla trasmissione dell’HIV da madre a figlio.
La campagna “Share the Sound of an AIDS FREE GENERATION” - in occasione della giornata mondiale contro l’AIDS del 1° dicembre - punta a far capire ai Millennial che possono essere loro la generazione che debellerà la pandemia mondiale dell’AIDS. 
Per quattro settimane, una volta a settimana a partire dal 3 novembre, un artista diverso ha presentato una canzone originale, a iniziare da “Let Me in Your Heart Again (William Orbit Mix)” dei Queen, riproponendo la voce del frontman del gruppo, Freddie Mercury, morto di AIDS di 1991. Scaricalo da iTunes. 
23 anni anni fa, il mondo perdeva il nostro amato Freddie”, racconta il chitarrista dei Queen, Brian May. “Nel frattempo, abbiamo compiuto progressi straordinari nella lotta contro l’AIDS, ma non possiamo accontentarci di sapere che esiste una terapia: dobbiamo assicurarci che venga somministrata a tutti. Roger (Taylor) e io siamo orgogliosi di prestare alla campagna di Coca-Cola e (RED) questa canzone riscoperta, nella speranza che la potente voce di Freddie torni a ispirare il mondo”.

Fra gli altri artisti coinvolti, ci sono Aloe Blacc, Wyclef Jean feat. Avicii e OneRepublic. Tutte le canzoni sono scaricabili da iTunes (www.iTunes.com/REDSound), mentre i proventi a favore del Fondo globale per la lotta all’AIDS andranno a finanziare programmi di prevenzione, test, counseling, terapia e cure a lungo termine in otto Paesi africani.
Nel sito omaze.com/CokeRED, i fan possono inoltre fare una donazione e avere l’opportunità di vincere un’esperienza unica nella vita: volo e partecipazione a un concerto degli U2, nel quale Bono regalerà la sua chitarra (RED) Gretsch, che autograferà nel backstage; un biglietto per una partita NBA All-star 2015 a New York City con Magic Johnson nella sua suite al Madison Square Garden; la possibilità di salire sul palco di Las Vegas con la star della dance elettronica Avicii; una giornata con gli OneRepublic e l’accesso VIP a un loro spettacolo.

Il punto di svolta

In base a recenti dati UNAIDS, il mondo ha raggiunto il punto di svolta nella lotta contro l’AIDS nel 2013, quando, per la prima volta, hanno avuto accesso alle terapie più persone di quante se ne siano infettate nello stesso periodo. Oggi, sono circa 12 milioni 900mila i pazienti in terapia con antiretrovirali salvavita, un balzo in avanti rispetto agli appena 300.000 del 2002.
"C’è molto da festeggiare, ma dobbiamo anche rinnovare la promessa di bloccare il virus, che non deve più essere il nostro presente, ma il nostro passato”, ha dichiarato Bono, cofondatore di (RED) nel 2006 con Bobby Shriver. “I fan della musica si sono schierati come un vero esercito nella lotta contro l’AIDS; speriamo che questa campagna ne recluti altri nei nostri ranghi”.
Ogni giorno nascono 650 bambini sieropositivi, ma esistono farmaci salvavita al costo di soli 40 centesimi al giorno. La stessa terapia, assunta durante la gravidanza e l’allattamento, può ridurre del 95% il rischio che una madre sieropositiva possa trasmettere l’HIV al neonato.
Mamma bambino campagna RED

Questi numeri alimentano in noi la speranza che questa generazione riuscirà a mettere fine alla pandemia di AIDS”, ha affermato Anne Carelli, senior manager, entertainment marketing di  Coca-Cola. “Abbiamo quindi pensato di spingerci oltre nel nostro impegno nella campagna (RED), sia attraverso il nostro marketing, sia affiancando il fundraising alla semplice sensibilizzazione. Vogliamo continuare l’eredità Coca-Cola, che ha unito e ispirato le generazioni attorno a una questione di importanza critica… in questo caso, puntando sulla grande passione dei giovani per la musica per contribuire a dar vita a una GENERAZIONE SENZA AIDS".
Coca-Cola ha annunciato una partnership pluriennale con (RED) in occasione della Giornata mondiale contro l’AIDS 2011, a sostegno dello sforzo collettivo per porre fine alla trasmissione materno-infantile dell’HIV e dare vita a una GENERAZIONE SENZA AIDS, destinando alla causa 5 milioni di dollari. Con la campagna “Share the Sound of an AIDS Free Generation”, l’azienda ha reso disponibili direttamente al Global Fund altri 2 milioni di dollari per l’acquisto di farmaci antiretrovirali e come contributo ai programmi di educazione e prevenzione. Dal 2006, Coca-Cola e le sue fondazioni hanno impegnato oltre 15 milioni di dollari nella lotta contro l’AIDS sotto forma di azioni di sensibilizzazione, educazione e prevenzione.
(RED) è partner dei brand più noti al mondo, che contribuiscono fino al 50% nei profitti sui prodotti e servizi a marchio (RED) destinati al Global Fund. A oggi, (RED) ha raccolto più di 275 milioni di dollari per il Global Fund, di cui hanno beneficiato oltre 55 milioni di persone, sotto forma di prevenzione, trattamento, counseling, test HIV e servizi terapeutici.