Il Serpentone esce dalla sua ‘gabbia’ architettonica per dar vita a un mondo più colorato e frizzante…rigenerato dalla freschezza di Sprite. A Roma il progetto Refresh the city investe via Marino Mazzacurati, nel quartiere Corviale, noto a tutti come il Serpentone per via del suo chilometro di lunghezza. Un’area dinamica e popolare protagonista di una profonda opera di recupero sociale e di riqualificazione urbana.

Il Serpentone guarda al futuro, si anima di eventi, scopre il senso di appartenenza ed esce dal grigiore statico del cemento dei suoi edifici monumentali e squadrati, come spiega Giulia, diciannovenne di Civitavecchia, autrice del bozzetto originale che ha ispirato il murales: “Quando ho saputo di questo contest mi sono subito sentita coinvolta e motivata a partecipare. Conosco molto bene il quartiere Corviale poiché si trova vicino a dove vivo; per il bozzetto ho cercato di sviluppare un progetto che fosse coerente con il contesto del quartiere: per questo ho pensato al Serpentone. La mia idea rimanda ai concetti di rinnovamento, libertà ed evasione dagli schemi”. Il titolo dell’opera, realizzata dalla mano di Etsom non poteva che essere “Refresh the Serpentone".

refreshromaintext.jpg

Il bozzetto di Giulia ha vinto la prima selezione da parte della giuria del progetto Refresh the City, chiamata a scegliere le due proposte più belle per ogni capoluogo, poi ha raccolto il maggior numero di voti degli internauti aggiudicandosi la vittoria del contest e la possibilità di essere realizzato concretamente da uno degli artisti del collettivo Artkademy.

Con Refresh the City, Sprite ha rinfrescato i muri non solo di Roma ma anche di Catania, Napoli e Milano, con l’ambizione di riqualificare e rivoluzionare tutte le città coinvolte attraverso una forma d’arte che è bellezza ed energia, ma anche collaborazione e coesione!
Senza dimenticare che è stata la fantasia dei giovani italiani a disegnare il cambiamento sui muri, creando nuovi mondi, animali fantastici e molto altro ancora. 

GUARDA LA GALLERY