Grande spettacolo in Piazza Duomo a Milano per la due giorni dedicata alla pallacanestro. Sul campo anche una squadra composta da amici, partner e dipendenti di Coca-Cola che ha ricevuto i complimenti dell’ospite d’onore: il campione dei Chicago Bulls Horace Grant.

Sabato 20 e domenica 21 giugno gli amanti del basket si sono dati appuntamento a Milano per la NBA Fan Zone. L’evento in Piazza Duomo ha ospitato esibizioni, gare, attività interattive legate alla pallacanestro per i fan di tutte le età, con le performance della mascotte degli Atlanta Hawks “Harry the Hawk” e tanta musica.

Ospite d’onore Horace Grant, tre volte campione NBA con i Chigaco Bulls, che ha partecipato alle attività, condividendo tecniche e segreti, e firmando autografi ai numerosi appassionati. Il campione è rimasto affascinato dalla location con vista sul Duomo e ci ha confessato di avere un legame speciale con il nostro Paese, che visita per la prima volta, perché sua moglie ha origini genovesi.

In questo contesto sportivo non poteva mancare  Sprite, che ha un legame privilegiato con l’NBA. Nelle giornate milanesi Sprite ha presentato diversi momenti: il Champion of the Court, il Clinic di perfezionamento con Horace Grant, lo “Slam Dunk Show”, spettacolo di freestyle e schiacciate che ha visto la partecipazione dei Da Move che hanno poi coinvolto il pubblico con una lezione proprio su queste tecniche.

Il Champion of the Court ha coinvolto bambini e ragazzi in una serie di sfide uno contro uno. Il “Clinic Time”  è stato un vero e proprio allenamento seguito da un piccolo torneo, in cui i partecipanti hanno potuto fare alcuni scambi con Horace Grant e ascoltare i suoi consigli. Per l’occasione Sprite ha riunito una formazione di dipendenti, partner e amici che p hanno ricevuto i complimenti dello stesso Grant. Un riconoscimento particolarmente apprezzato è arrivato da Andrea Menandro, Digital Manager in Coca-Cola Italia e grande appassionato di basket, che quando si tratta di prendere la palla in mano è sempre in prima fila: “Giocare con una star dell’NBA è una grande emozione, soprattutto quando si incontra un atleta disponibile come Grant!”. E per chi divide il campo con un cestista professionista il paragone sulla stazza viene spontaneo: “Quando gli ho dato il cinque, mi sono reso conto che la sua mano è grande come il mio torace!”.

sprite-nba-milano-3

Grande entusiasmo anche per gli spettacoli dei Da Move. Questa Crew di freestylers, che si è esibita anche davanti a Papa Francesco, unisce talento artistico e doti atletiche a una grande simpatia. In campo Emil “Slash”, Kam “Fly with us” e Matteo “Ottyteo” hanno scaldato il pubblico a colpi di schiacciate (“dunk”) e trick. E sempre su questo tema, Fabio Mastromatteo, uno dei fondatori dei Da Move, ha tenuto una lezione.  Le schiacciate rappresentano uno degli aspetti più spettacolari della pallacanestro:  movimenti e salti diversi permettono esecuzioni diverse, che sono stati oggetto di prove sul campo per alcuni fortunati giovani giocatori presi dal pubblico. A chiudere la giornata le schiacciate spettacolari della mascotte degli Atlanta Hawks - “Harry the Hawk”.

sprite-lebron

Situato accanto al campo centrale, l’area Sprite ha infine proposto ai partecipanti un’attività social, invitandoli a fare una piccola confessione o raccontare una loro “verità” che, grazie ad una speciale applicazione, è stata immortalata in uno scatto per essere condivisa nei profili social.

A chi giocava, Sprite ha regalato una lattina con grafica limited edition “Lebron”, che celebra la partenza di una nuova Promozione: in palio ci sono maglie da basket e un super premio finale per assistere a ben 2 partite NBA negli States.