Un forte rapporto prezzo/offerta di prodotti e una solida performance nei mercati sviluppati dell’America Settentrionale continuano a garantire le migliori prestazioni nel settore

  • Gli utili netti sono scesi del 6% nel trimestre e del 5% nell’intero anno che, tra le altre cose, ha risentito dell’impatto sfavorevole delle valute estere e dei cambiamenti strutturali, rispettivamente nella misura del 12% e del 9%.
  • I ricavi organici (non GAAP) sono cresciuti del 6% nel trimestre e del 3% nell’intero anno.
  • Il rapporto prezzo/offerta di prodotti è cresciuto del 6% nel trimestre e del 3% nell’ intero anno.
  • Il Margine Operativo è cresciuto di oltre 90 punti base nell’intero anno e il Margine operativo neutro (Non-GAAP) è cresciuto di quasi 140 punti base.
  • L’utile per azione (EPS) del quarto trimestre è stato di $0.13 e l’EPS Comparable (Non-GAAP) è stato di $0.37
  • L’Azienda fornisce le previsioni finanziarie per il 2017.

The Coca-Cola Company ha reso noti i risultati operativi del quarto trimestre del 2016 e dell’intero anno. Muhtar Kent, Presidente e CEO di The Coca-Cola Company, ha dichiarato: “Siamo lieti di annunciare di aver chiuso il 2016 con un quarto trimestre che ha corrisposto appieno alle nostre aspettative, sia ai livelli massimi sia ai minimi. Il forte rapporto tra prezzo/offerta di prodotti derivante dalla nostra continua attenzione a spingere il fatturato, sommato a una solida prestazione nei mercati sviluppati, ha contribuito a controbilanciare le pressioni macroeconomiche che perdurano nei mercati emergenti e in via di sviluppo. Il nostro mercato fiore all’occhiello, l’America Settentrionale, ha fatto aumentare i ricavi netti dell’8 per cento nel trimestre e del 4 per cento nell’anno, surclassando la crescita totale di valore al dettaglio sia per il settore delle bevande analcoliche pronte per il consumo in America del Nord, sia per le aziende statunitensi che producono prodotti confezionati”.

“Oltre ad aver raggiunto il target che ci eravamo prefissi per l’anno intero, sono rincuorato dalle iniziative strategiche varate durante il 2016 che mirano al rafforzamento del nostro sistema globale di imbottigliamento. Nel quarto trimestre abbiamo raggiunto un accordo definitivo per portare a termine le operazioni di re-franchising di tutte le società imbottigliatrici di proprietà dell’Azienda in Cina e abbiamo preso importanti iniziative per portare avanti lo sviluppo di Coca-Cola Beverages Africa. Nel corso dell’anno abbiamo completato con successo la creazione di Coca-Cola European Partners, e abbiamo sostenuto la trasformazione in corso del sistema di imbottigliatura in franchising in Giappone. Nel complesso, quindi, restiamo in linea con i tempi previsti per ciò che concerne il completamento del re-franchising delle società imbottigliatrici di proprietà dell’Azienda negli Stati Uniti entro la fine del 2017. Complessivamente, la metà delle entrate del nostro sistema a livello globale è stata utilizzata per le recenti iniziative volte a rafforzare il sistema. Il procedere in maniera spedita di queste operazioni, dimostra che sono fondamentali per proiettare l’intero sistema verso una solidità duratura nel tempo”. 

“Di recente abbiamo preso anche un’importante decisione riguardo il futuro della leadership di The Coca-Cola Company, annunciando che a partire dal 1 maggio il nostro prossimo Amministratore Delegato sarà James Quincey. Avendo lavorato gomito a gomito con James per molti anni, conosco bene la sua competenza e la sua esperienza, che lo rendono il candidato ideale a guidare la nostra Azienda e il sistema di imbottigliamento del futuro. Sto affiancando James per garantire una fase di transizione morbida alla presidenza e non vedo l’ora di continuare a sostenere l’azienda nelle vesti di Presidente del Consiglio di Amministrazione”.

Note

  • Tutti i riferimenti alle percentuali di tasso di crescita e azioni mettono a confronto i risultati del periodo specifico con quelli dello stesso periodo dell’anno precedente.
  • Tutti i riferimenti ai cambiamenti di volume e ai cambiamenti nelle percentuali di volume indicano, in mancanza di ulteriori indicazioni, l’“unit case volume”. Tutti i cambiamenti percentuali di volume sono calcolati sulla base delle vendite giornaliere medie per il quarto trimestre e, in mancanza di ulteriori indicazioni, sono calcolati su una base riferibile all’intero anno. Per “unit case” si intende un’unità di misura pari a 24 porzioni da 225 grammi di bevanda finita. Per “unit case volume” si intende il numero di unit case (o unit case equivalenti) di bevande dell’Azienda vendute direttamente o indirettamente dall’Azienda e dalle società imbottigliatrici sue partner ai clienti.
  • Il “core business” rappresenta la performance complessiva di Europa, Medio Oriente e Africa, America Latina, America del Nord, Asia Pacifica, e segmenti collaterali gestiti dall’Azienda, a compensazione dell’eliminazione di intersegmenti.
  • Con “vendite di concentrati” si intende la quantità di concentrati, sciroppi, basi per bevande e polveri vendute da o usate nelle bevande vendute dall’Azienda alle sue società imbottigliatrici o altri clienti. Nel far quadrare i ricavi netti riportati, le “vendite di concentrati” rappresentano il cambiamento percentuale nei ricavi netti attribuibile all’aumento (o riduzione) nel volume delle vendite di concentrati per i nostri segmenti geografici operativi (espressi in unit case equivalent), dopo aver preso in considerazione l’impatto dei cambiamenti strutturali. Per quanto riguarda il nostro segmento operativo Investimenti in società imbottigliatrici, esso rappresenta il cambiamento percentuale nei ricavi netti attribuibili all’aumento (o riduzione) nell’unit case volume, dopo aver tenuto conto dell’impatto dei cambiamenti strutturali.
  • Il nostro segmento operativo Investimenti in società imbottigliatrici riflette la crescita dell’unit case volume delle sole società imbottigliatrici consolidate.
  • “Prezzo, prodotto e mix geografico” rappresentano il cambiamento nei ricavi derivanti da fattori quali il cambiamento dei prezzi, la gamma dei prodotti e le confezioni vendute, e il mix dei canali e dei territori geografici in cui si sono verificate le vendite.
  • Con la definizione di “Bevande gassate” si indicano bevande NARTD addizionate di anidride carbonica, tra cui le bevande energetiche e le acque gassate.
  • Con la definizione di “Bevande lisce” si indicano bevande non alcoliche prive di anidride carbonica aggiunta, comprese le acque non gassate, acque aromatizzate e acque migliorate, succhi e bevande succo, tè, caffè, bevande per lo sport, bevande a base di latte, bevande energetiche non gassate.
  • I risultati finanziari del primo trimestre 2016 hanno subito l’impatto di un giorno in meno, mentre i risultati finanziari del quarto trimestre hanno subito l’impatto di due giorni in più. I risultati in termini di unit case volume per i vari trimestri non hanno subito l’impatto della variazione dei giorni a causa del calcolo medio quotidiano sopra riportato.