Le relazioni che funzionano sono quelle basate sulla fiducia e sulla trasparenza ed è proprio questo il tipo di rapporto che Coca-Cola vuole costruire con i suoi consumatori. Facciamo molta attenzione a come, a cosa e a chi comunichiamo: da molti anni, la nostra policy globale è quella di non indirizzare alcuna pubblicità e operazione di marketing a bambini di età inferiore ai 12 anni.

L’azienda ha scelto di adottare impegni concreti anche più stringenti rispetto a quanto previsto dalle policy europee a tutela della salute dei ragazzi, evitando la vendita diretta di bevande zuccherate nelle scuole secondarie.

Crediamo che siano i genitori a dover indirizzare le preferenze alimentari dei propri figli, educandoli a conoscere gli alimenti e operare delle scelte sulla base delle proprie necessità. Per facilitare scelte informate, continuiamo a inserire le informazioni nutrizionali sulla parte frontale delle confezioni e stiamo ampliando la nostra offerta di formati ridotti, impegnandoci a renderli facilmente reperibili nei punti vendita.

Coca-Cola si impegna a tutelare i ragazzi e giovani in ogni ambiente in cui essi sono presenti, offline e online: anche la comunicazione sui social network, lo strumento principale utilizzato dai più giovani per connettersi con i loro personaggi preferiti, cantanti, personalità della tv, del mondo dello sport e della moda, è sempre impostata in modo chiaro e trasparente.  

Abbiamo infatti scelto di avere una policy per l’identificazione chiara e precisa degli influencer che utilizzano i propri social network per promuovere contenuti sponsorizzati che riguardano la nostra azienda. Nell’insieme, tutte queste iniziative aiuteranno ovunque la gente a godersi le nostre bevande in maniera più responsabile.